Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Capitaneria di porto, domani il passaggio di consegne tra comandanti
Il nuovo comandante della Capitaneria di porto di Siracusa, Luigi D'Aniello.

Capitaneria di porto, domani il passaggio di consegne tra comandanti

Si tiene domattina in Capitaneria di porto il passaggio di consegne tra il comandante Giuseppe Sciarrone, destinato a Roma, e il subentrante, Luigi D’Aniello, che proviene dalla Capitaneria di Olbia. Questa mattina l’incontro con la stampa che è servito al capitano Sciarrone a fare un bilancio delle attività svolte negli ultimi 8 mesi. Sul fronte della sicurezza e l’assistenza in mare, sono state 235 le persone assistite, compreso un crocerista americano, soccorso a 150 miglia a largo delle coste siracusane.

L’attività del pontile di Santa Panagia ha visto l’attracco di 300 petroliere con un introito di quasi 3milioni di euro per la tassa per l’ormeggio, incassate dalla Regione siciliana. Per quanto riguarda il porto grande, sono state 150 le navi da crociera e da diporto approdate nelle banchine per un totale di 11.289 passeggeri nell’anno in corso, poco meno di 2mila in più rispetto al 2017.

Il comandante Sciarrone ha suggerito l’attivazione del piano regolatore del porto, la definizione della questione del porto turistico Marina d’Archimede, la realizzazione della stazione marittima per l’accoglienza e l’assistenza alle navi da crociera. Per il porto piccolo, Sciarrone ha avviato con l’amministrazione comunale una fase di studio e di interlocuzione per un intervento anche con la realizzazione di una diga foranea.

Un impegno particolare è stato profuso dalla Capitaneria nella mappatura del litorale dove sorgono ancora diversi punti di sbocco fognario in assenza di depuratori come nel caso del comune di Portopalo. Per l’area marina protetta del Plemmirio sono state attivate tutte le telecamere della video sorveglianza. Gli illeciti amministrativi sono scesi da 41 del 2017 a 14 dell’anno in corso; quelli penali da 14 a 2.

“La Capitaneria di porto di Siracusa è una sede molto ambita – ha detto il cap. D’Aniello – trasferimento a me molto gradito. Terrò in ottima considerazione il personale dipendente perché una nave va avanti solo se l’equipaggio è affiatato”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*