Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Diffamazione su facebook, archiviata la posizione di Patti
Peppe Patti

Diffamazione su facebook, archiviata la posizione di Patti

Dopo quattro udienze davanti al Giudice per le Indagini preliminari, Andrea Migneco, ha emesso un’ordinanza con cui ha archiviato la posizione dell’architetto Giuseppe Patti responsabile nazionale per la Legalità della Federazione Italiana dei Verdi. La vicenda inizia nel dicembre del 2016 quando Patti ha condiviso sulla sua pagina Facebook un servizio del quotidiano online La Repubblica sugli interessi economici dell’imprenditore Gianluca Gemelli, in cui lui stesso era intervistato sulla situazione vigente in quel momento nel porto di Augusta a seguito delle indagini della Procura di Potenza ed in cui, tra le numerose tematiche affrontate, ha menzionato le attività di stoccaggio del polverino proveniente dall’Ilva di Taranto.

Tale imprenditore ha ritenuto di essere stato oggetto di diffamazione aggravata, ed è iniziato un procedimento legale che ha visto anche un’opposizione alla richiesta di archiviazione avanzata in un primo momento dal Pubblico Ministero, ma il Giudice alla fine, sottolineando anche l’importanza di chi si espone per difendere l’ambiente, ha disposto per l’archiviazione del Caso.

“L’archiviazione in se non è la notizia in quanto eravamo certi sin dall’inizio – dice Patti – che non sussistessero gli estremi a procedere, ma nonostante tutto l’avvocato Massimo Milazzo ha presentato memorie difensive mostrando un impegno non comune. Ma la notizia è che il Gip ha riconosciuto, che c’è chi, nel quadrilatero industriale di Siracusa, porta avanti le battaglie per la tutela dell’Ambiente e la Salute dei cittadini, con una chiara azione politica, sempre in prima linea subendo oneri come questa querela”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube