Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Diritti persone gay: Stonewall incontra l’assessore comunale
Tiziana Biondi, presidente Stonewall

Diritti persone gay: Stonewall incontra l’assessore comunale

“Un proficuo incontro che pone le basi per una collaborazione fondata sul lavoro di rete tra le istituzioni e le associazioni di volontariato operanti in provincia di Siracusa nell’ambito delle tematiche GLBT”. Lo afferma la presidente dell’Associazione Stonewall GLBT di Siracusa Tiziana Biondi che nei giorni scorsi ha incontrato l’assessora alle Politiche Scolastiche, Educative, Giovanili e Infanzia Valeria Troia.

Un incontro interlocutorio durante il quale Biondi ha illustrato il lavoro svolto dai volontari di Stonewall negli ultimi sei anni in tema di divulgazione e sensibilizzazione sui diritti delle persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. Progetti portati avanti non soltanto nell’ambito dei diritti civili ma per estendere e consolidare le relazioni d’aiuto in favore delle persone GLBT, attraverso due strumenti.

Da una parte la creazione di uno sportello gestito dalle psicologhe, Sofia Milazzo e Laura Uccello, a cui rivolgersi per coloro che sentono di avere bisogno di un supporto per crescere, affrontare e accettare la propria o l’altrui omosessualità/transessualità, per aver subìto discriminazioni e casi di omofobia/transfobia tra i banchi di scuola o sul posto di lavoro, per far fronte a problemi di coppia o per chiarire i propri dubbi.

Dall’altra la creazione di progetti scolastici, rivolti ai docenti e agli studenti degli istituti superiori della provincia di Siracusa, per educare alle differenze e promuovere libertà e pluralità, proprio a partire dal ragionamento sull’identità di genere.

L’assessora Troia dal canto suo ha ribadito la massima sensibilità e disponibilità della Giunta Garozzo nei confronti delle istanze portate avanti dalle persone GLBT, come già ampiamente dimostrato in occasione pochi mesi fa della storica approvazione da parte del Consiglio comunale del registro delle unioni civili. “Nonostante le ristrettezze in termini di fondi in dotazione al mio Assessorato, – ha concluso Troia – lavoreremo per mettere in campo idee e progetti che consentano un lavoro di rete efficace e sinergico per raggiungere un obiettivo comune per  sconfiggere il pregiudizio e restituire dignità a chi in questo momento risulta discriminato”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*