Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Estorsione a due donne, netino sconta 4 anni e 8 mesi di reclusioneSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Estorsione a due donne, netino sconta 4 anni e 8 mesi di reclusione

Estorsione a due donne, netino sconta 4 anni e 8 mesi di reclusione

Dovrà scontare in carcere 4 anni e 8 mesi di reclusione per avere consumato un’estorsione ai danni di due anziane. Protagonista della vicenda giudiziaria è Giuseppe Malandrino, netino di 22 anni, il quale era stato acciuffato dai carabinieri nel luglio del 2019 insieme con altre due persone.

I militari dell’Arma della stazione di Noto hanno rintracciato il giovane e dato esecuzione al provvedimento della Procura di Siracusa che dispone a suo carico la detenzione in carcere per scontare la pena, traducendolo nella casa circondariale di Cavadonna.

L’indagine fu portata a termine dai militari della locale Stazione, con il coordinamento del Procuratore aggiunto Fabio Scavone, hanno tratto in arresto Malandrino insieme con la madre di 60 anni e la sorella di 64, tutti accusati del reato di estorsione continuata in concorso.

Le investigazioni hanno permesso di accertare che le tre persone, sfruttando il timore ingenerato nelle vittime dall’appartenenza alla locale comunità dei Caminanti, minacciando pesanti ritorsioni, tra le quali bruciare l’autovettura o ottenere con violenza l’accesso all’abitazione delle vittime per sottrarre quanto richiesto, hanno costretto due donne netine a consegnare loro beni, monili d’oro e somme di danaro per un valore complessivo di circa 5mila euro. In quella circostanza i tre furono arrestati e, a conclusione del processo, il giovane è stato condannato alla pena di 4 anni e 8 mesi di reclusione.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*