Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Indagini “Sea Watch3”, la Procura di Siracusa trasmette gli atti a quella di Catania
La Sea Watch alla fonda ad un miglio dalla Penisola Magnisi.

Indagini “Sea Watch3”, la Procura di Siracusa trasmette gli atti a quella di Catania

La Procura distrettuale di Catania ha acquisito tutti gli atti relativi al fascicolo aperto alla Procura di Siracusa, relativa alla vicenda della nave “Sea Watch3”. Il procuratore Zuccaro, che ha aperto un’inchiesta, ha aperto il fascicolo iscrivendo al registro degli indagati 6 persone, tutte componenti l’equipaggio della nave dell’Ong tedesca. L’ipotesi di reato avanzata nei confronti degli indagati è quella di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Il procuratore, Fabio Scavone, ha dato disposizioni ai funzionari della Procura di fare un plico contenente tutta l’attività d’indagine svolta nei 5 giorni in cui la nave con a bordo i 47 immigrati, è rimasta alla fonda al largo della costa siracusana, al largo della penisola Magnisi nella Baia di Santa Panagia. Si tratta dei rapporti quotidiani e dei rilievi svolti in quei giorni dalla Capitaneria di porto (Guardia Costiera),  sull’attività analitica della navigazione della “Sea Watch3”.

C. A.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*