Google+

La guardia costiera monitora il litorale siracusano

Nonostante le numerose operazioni di soccorso in mare che impegnano gran parte dei mezzi e degli uomini della Guardia Costiera di Siracusa, il Comando in epigrafe ha predisposto, per tutto il Compartimento Marittimo di propria giurisdizione, un massiccio dispositivo di propri uomini e mezzi, coadiuvato dalle Amministrazioni Comunali della provincia, forze di polizia e Protezione Civile, per garantire la sicurezza dei fruitori del nostro litorale, soprattutto durante le giornate maggiormente frequentate da bagnanti.

Così come realizzato in occasione della “Notte di San Lorenzo”, già dalla tarda serata di ieri gli uomini della Guardia Costiera hanno provveduto a monitorare il litorale per un eventuale intervento d’emergenza in materia di sicurezza della balneazione e navigazione, mentre già dalle prime luci dell’alba di “Ferragosto”, congiuntamente alle Forze dell’Ordine ed Associazioni di Volontariato R.O.S.S. e “Nuova Acropoli”, i militari hanno coadiuvato le ditte incaricate della pulizia degli arenili, facendo precedere il loro intervento dallo sgombero degli attendamenti/campeggi abusivi.

Questo per ripristinare il regolare uso delle spiagge e restituire, senza alcun impedimento, in condizioni dignitose, dal punto di vista igienico-sanitario e della sicurezza, gli arenili ai villeggianti, anche per i più mattinieri. Il tutto è stato realizzato con una sinergica collaborazione dei comuni di Priolo, Siracusa, Avola, Noto e Pachino e Portopalo, le Forze di polizia e la Protezione Civile di Priolo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*