Home / Se te lo fossi perso / Politica / Noto, conto consuntivo anno 2014 approvato dal Consiglio

Noto, conto consuntivo anno 2014 approvato dal Consiglio

Inizia nel primo pomeriggio, per poi concludersi poco prima delle ore 20, la seduta di Consiglio Comunale con 4 punti all’ordine del giorno da affrontare per i 12 presenti, (a cui in corsa se ne aggiungevano altri 2) ma i lavori vengono preceduti dall’intervento del Presidente Corrado Figura che ha voluto ricordare ed esprimere le condoglianze a nome di tutta l’assise alla famiglia Genovesi per la scomparsa dell’ingegnere Maurizio, stimato e conosciuto professionista. Per lui in aula si è osservato un minuto di silenzio e successivamente sia il Sindaco Corrado Bonfanti sia i consiglieri, nei loro interventi hanno espresso parole di sentito cordoglio. Subito nel vivo la seduta con il primo punto all’ordine del giorno: lettura ed approvazione delle precedenti sedute. Punto approvato ma con dei “si” mirati ad alcune cose ed altre invece in cui si è registrata l’astensione di qualche consigliere. Secondo punto ” Approvazione regolamento “criteri per l’accesso ai voucher sociali relativi al servizio di assistenza domiciliare agli anziani non in ADI (interventi PAC)”. Letto il verbale della riunione della Prima Commissione Consiliare è il Sindaco a prendere la parola (in aula assente l’Assessore ai Servizi Sociali Vincenzo Medica, insieme con Nino Sammito; presenti, invece, il vice Sindaco Cettina Raudino e l’Assessore Sebastiano Ferlisi). “Da tempo ci stiamo impegnando, proponendo una serie di azioni, per infanzia ed anziani. Il regolamento che l’aula si appresta a votare è uno strumento necessario affinchè si possa iniziare ad assegnare questi vaucher a chi ne ha diritto”. Ma prima del voto si è innescato un batti e ribatti tra i consiglieri Veneziano (opposizione) e Valvo (maggioranza) dove il primo contestava il regolamento ed il secondo, di professione medico, spiegava come invece lo strumento sia quanto serve esattamente agli anziani, in base alla sua esperienza diretta. Così Veneziano spostava il tiro indicando come necessari alcuni aggiustamenti a questo regolamento per la trasparenza degli atti. Diaologo in cui si inseriva nuovamente il primo cittadino, sferrando un primo attacco, figlio anche delle tante polemiche in atto indirizzate contro il suo operato e la sua Giunta. “Questa è demagogia, e si perde di vista l’obiettivo da raggiungere”. Non sarà un intervento isolato quello del Sindaco, pronto a difendere il proprio operato nel momento in cui sciorinerà i numeri del Conto Consuntivo. Prima, però, il voto dell’aula al secondo punto dell’ordine del giorno: 11 si e 3 astenuti. E dunque il Conto Consuntivo con la lettura, da parte del Presidente del Consiglio Comunale Corrado Figura, del verbale della Commissione Consiliare e quello del Commissario ad Acta, dove spicca la scadenza del 30 giorni ( 9 settembre-9 ottobre 2015) al di là della quale senza conto consuntivo approvato si sarebbe andati allo scioglimento della massima assise cittadina. Subito parola al Primo Cittadino: “Molto rumore per nulla, chiudiamo in positivo e siamo il Comune con le tasse piu basse. Sono molto soddisfatto e vi chiedo di approvare il Conto Consuntivo”. Pronta la risposta dei consiglieri Veneziano e Bosco che prendendo le distanze evidenziano alcune criticità venute fuori dai Revisori dei conti (presenti in aula tra il pubblico) e sperperi perpetuati da questa Amministrazione, invitando ad “accendere mutui per investimenti e non per pagare debiti”. Anche qui dura la risposta del Sindaco
ed il ed il voto finale 10 si (Scata, Sessa, Pennavaria, Mauceri, Valvo, Amaddio, Frasca Burgaretta, Campisi e Ferrero) 3 no (Trombatore, Bosco e Veneziano), ed 1 astenuto, il Presidente Figura. Ultimo punto: “Modifica regolamento per applicazione della tassa dei rifiuti (Tari ), ed anche in questo caso si registravano gli interventi del Sindaco e del Consigliere Veneziano per poi addivenire a questo voto: 10 si (Scatà, Sessa, Pennavaria, Mauceri, Valvo, Amaddio, Burgaretta, Frasca, Campisi e Ferrero) e 3 no (Figura, Bosco e Veneziano). Richiesta l’immediata esecutività dell’atto da parte del vice Presidente Campisi, votata cpn 10 si e 3 no. Seduta conclusa.
Emanuela Volcan

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*