Home / Se te lo fossi perso / Spettacolo / Noto, il teatro d’estate pronto ad accendere i riflettori sulla rassegna Am-Attori

Noto, il teatro d’estate pronto ad accendere i riflettori sulla rassegna Am-Attori

Pronti ad un nuovo debutto gli “am-attori” dell’Associazione culturale Perla Barocca, gruppo di teatro Liolà, guidati dalla Presidente, regista ed attrice Santy Salustro. Ieri pomeriggio ore intense per la prova generale dell’opera proposta quest’anno, commedia brillante in dialetto “Ride bene chi canta ultimo” dell’autore Massimo Pantano. Tre atti pieni di colpi di scena ma soprattutto di divertenti situazioni rese esilaranti dalla verve degli interpreti calati in maniera straordinaria nelle proprie parti e capaci, dunque, già nelle fasi delle prove, di tenere incollati alla sedia alla ricerca dell’esito della vicenda. Una storia in cui protagonista è una famiglia dei nostri tempi, con figli ambiziosi (se pur meno delle mamme), nonni anziani e un pò persi nelle proprie fobie, e la coppia alla ricerca costante di un’identità ed autonomia mai realmente raggiunta e che ha smarrito, forse, l’unica via maestra ovvero quella dell’amore che dovrebbe sempre essere il fulcro della sua stessa esistenza. Insomma la nostra società amplificata per fustigare vizi e tentare di riscoprire virtù.
Al centro, dunque, Marietta (Santy Salustro) e Iano (Massimo Prado) coppia che vive con la figlia Rosetta (Syria Petralito), il fratello Nicola (Eraldo Dato) alle prese con disturbi mentali, i genitori di Marietta Maria Rosa Filingeri e Salvo Quattropani, coppia nella vita e in questo caso sulla scena e la cui performance è, dunque, particolarmente attesa, e la cameriera Melina, Sonia Caristia. Con loro sul palco la dottoressa del manicomio interpretata da Laura Moscuzza, l’avvocato divorzista Salvatore Caristia, il commercialista Salvo Franzò, i bambini Nicolò Musso, Morena e Carola Salustro, e gli infermieri del manicomio Nino Cassone, Rosaria Lorefice e Antonella Rizza. Strappandola dal doppio ruolo, sulla scena e dietro le quinte abbiamo tastato il polso in questa vigilia del debutto: “C’ė sempre tanta tensione e anche emozione – ammette candidamente la Presidente Santy Salustro- la ricerca della perfezione, la voglia di portare in scena questa commedia dialettale dopo l’incontro con Massimo Pantano. Autore, pluripremiato, che dopo averci visto recitare ci ha proprio chiesto di interpretare una delle sue opere. Ho scelto “Ride bene chi canta ultimo” commedia brillante in tre atti che spero sia gradita al pubblico”. Pubblico che, intanto, ha già bloccato 300 posti del Teatro d’estate, ma la stessa sera della rappresentazione venerdì 21 sarà possibile acquistare i biglietti. 5 euro intero 3 euro il ridotto per bambini e ragazzi fino ai 14 anni. Dunque tutto pronto per una serata, presentata da Peppe Montalto e Graziella Persico, e service a cura di Salvo Tex, che si preannuncia divertentissima e da non perdere. Silenzio in platea lo spettacolo può iniziare.
Emanuela Volcan 

 

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*