Home / Cultura / Noto, nasce il Festival del Pensiero Eretico in programma da lunedì

Noto, nasce il Festival del Pensiero Eretico in programma da lunedì

Tre giorni di incontri, dibattiti, e riflessioni (4,5, e 6 dicembre) tenuti da studiosi e docenti universitari intorno alla figura di Martin Lutero, che sconvolse l’Europa del suo tempo con la sua Riforma. Questo è il primo Festival del Pensiero Eretico ideato e curato da Niccolò Salvia, studente di Lettere Classiche dell’Università di Catania, e promosso dall’Associazione Le formiche del fuoco. “Che senso ha parlare di “eresia” nel mondo contemporaneo, dominato dal relativismo etico e culturale? – questa la domanda posta alla base della sua idea-. “Eresia” è un termine che risale dal verbo greco αἱρέω (hairèō, “afferrare”, “prendere” ma anche “scegliere” o “eleggere”) e aveva quindi originariamente significato di “scelta, selezione” e, quindi, “separazione”, giacché ogni scelta presuppone sempre una separazione tra più opzioni – ci spiega l’organizzatore Niccolò Salvia-. Ci siamo chiesti: ma oggi, nel mondo attuale, chi avrebbe la stessa lungimiranza e coraggio di eroi del pensiero come Socrate, Lutero, Giordano Bruno, Galileo? Chi è in grado di “pensare diversamente”, di intuire e scoprire, al di fuori della trama di verità preconfezionate e opinioni comuni?
E’ da queste premesse che nasce l’idea del Primo Festival del Pensiero Eretico, una occasione unica per celebrare ogni anno attraverso conferenze scientifiche, proiezioni di film e documentari a tema, interviste di studiosi, ecc. le figure di intellettuali “eretici” che hanno cambiato la storia, o da essa sono stati travolti.” Ecco quindi il primo appuntamento di quest’anno proprio dopo 5 secoli esatti dalla Riforma; il 2017 celebra, infatti, i 500 anni dall’inizio della Riforma protestante, “inaugurata” da Martin Lutero. E quindi un’ottima occasione per dare il via alla prima edizione del Festival, celebrando la figura del monaco delle 95 tesi, e dell’immensa rivoluzione che la sua “Riforma” comportò. Proprio a lui saranno dedicate le relazioni di docenti universitari e ricercatori che ripercorreranno i punti salienti della figura intellettuale di Lutero e della “Riforma protestante”, approfondendone gli aspetti e i risvolti storici, politici, economici, etici, religiosi e culturali. Offrendo ottimi spunti di riflessione critica, di approfondimento e ricerca e anche di propensione alla formazione di un pensiero quanto più originale, fondato, personale e, se serve, “eretico” possibile.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube