Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Noto, nuovo weekend di caos ad Eloro e Vendicari a causa dei parcheggi chiusiSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Ambiente / Noto, nuovo weekend di caos ad Eloro e Vendicari a causa dei parcheggi chiusi
Cancello chiuso al parcheggio di Vendicari.

Noto, nuovo weekend di caos ad Eloro e Vendicari a causa dei parcheggi chiusi

Un nuovo fine settimana alle porte per il litorale netino che notoriamente si riempie in maniera eccezionale di visitatori e bagnanti, per la qualità e la bellezza del suo mare che si sposano al paesaggio in cui è incastonato fatto di spiaggia dorata, dune e macchia mediterranea. Ma cresce la preoccupazione per gli inevitabili disagi legati alla chiusura dei due parcheggi ad Eloro e a Vendicari, per i noti fatti illustrati qualche giorno fa, e che ancora non sono stati risolti. Ma averne parlato, avendo riportato le dichiarazioni dei diretti interessati, gli operatori turistici, ha acceso la questione. A margine del nostro articolo di martedì scorso, 7 giugno, uno dei residenti della zona interessata ha sentito la necessità di far sentire la propria voce, di raccontare il disagio e la situazione di pericolomche inevitabilmente si innesca nel momento in cui chiusi i parcheggi, le auto vengono lasciate ovunque. Avevamo anche noi evidenziato come la chiusura dei parcheggi non scoraggiasse i visitatori contribuendo a rendere la situazione incandescente e come detto dalla soluzione non più rinviabile.
Il signor Francesco Attardi scrive: “Non esiste solo l’immagine orribile che si da al turista, esiste anche la realtà dei residenti delle villette ubicate lungo la stradella sterrata, già normalmente non praticabile in doppio senso, figuriamoci con tutte le auto parcheggiate. Impossibile finanche uscire dalla propria abitazione. Altrettanto impossibile per i mezzi di soccorso intervenire qualora dovesse presentarsi un’emergenza, sanitaria o di carattere ambientale. Inutile ricordare quanto la zona sia sottoposta a rischio di incendio. E se un anziano o un bambino si sente male in spiaggia? Io ho già presentato un esposto al Sindaco di Noto, che consegnerò direttamente anche al Corpo Forestale, perché la domenica si raggiunge veramente la follia più assoluta, parcheggi selvaggi, fin dentro i vialetti di casa dei residenti! Quando si comincia un’operazione, si deve avere pronta l’alternativa, la soluzione, e non lasciare tutto allo sbando”. Uno sfogo di chi inizia a pagare realmente per questa situazione. Giovedì mattina alla conferenza stampa di Effetto Noto 2015 il Sindaco si è espresso sulla situazione che innegabilmente è legata alla promozione turistica dell’intero territorio, in quel pacchetto di attività che si danno al turista o al semplice visitatore della domenica. Ricordiamo che l’intera Riserva di Vendicari nei quattro mesi estivi conta più di 200 mila presenze. “È giusto che la magistratura faccia il suo corso e ripristini, qualora mancasse, il rispetto di leggi e regolamenti, ma nello specifico è subentrato un problema serio di ordine pubblico che con l’aiuto e l’intervento del Prefetto ci auguriamo di risoovere in tempi celeri”.
Emanuela Volcan

Informazioni su Redazione

Un commento

  1. Pare che abbiano sequestrato anche il parcheggio di Calamosche. Sto facendo oltre 600 km per venire dalle vostre parti per visitare la riserva di Vendicari. Ai luminari dell’amministrazione netina chiedo: dove cavolo dovrei parcheggiare per visitare Eloro, calamosche, mariannelli, ecc. ???????
    Se qualcuno me lo dice gliene sono grato. Agli operatori turistici netini dico che sono amaramente pentito di aver scelto la vs. zona per passarci qualche giorno di ferie. Dico che meritate di più e fatevi sentire.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*