Home / Se te lo fossi perso / Spettacolo / Noto, “Stagione teatrale ad alta intensità comica” al Tina Di Lorenzo

Noto, “Stagione teatrale ad alta intensità comica” al Tina Di Lorenzo

Vincenzo Salemme, Roberto Ciufoli, Nino Formicola, Cochi Ponzoni, Manlio Dovì sono solo alcuni dei grandi attori che calcheranno da dicembre ad aprile il palco dello splendido “Tina Di Lorenzo” di Noto nella stagione teatrale “I grandi classici” 2015-2016. Il sipario è stato alzato, per il momento, al Teatro di Piazza XVI maggio a Noto, per illustrare tutte le attività che, conclusa la calda estate, sono prossime ad iniziare. Anfitrione della serata il riconfermato Direttore Artistico Sebastiano Lo Monaco, preceduto dalla proiezione di un video che ha ripercorso i suoi tre anni alla guida del “Tina Di Lorenzo”. “Rivedendo queste immagini mi sono reso conto che su questo palco davvero si sono succeduti i migliori, i più grandi attori teatrali italiani, e questa stagione non sarà da meno ed avrà un filo conduttore nella comicità dei testi. Sarà un’annata ad alta intensità comica e come sempre accanto ai Grandi Classici non mancheranno gli spettacoli per i ragazzi, il teatro contemporaneo e la lirica, la novità di quest’anno Tutto questo è possibile grazie alla Fondazione Teatro “Tina Di Lorenzo” con in testa il suo Presidente il Sindaco Corrado Bonfanti”. Davanti ad un pubblico interessato ed attento, che non ha mancato di partecipare alla serata, anche il Primo cittadino è salito sul palco e con schiettezza ha, innanzitutto, reso nota la difficile situazione in cui, dopo il disimpegno come socio dell’ex Provincia, ora Consorzio, ci si è venuti a trovare e per la quale, comunque, con grandi sacrifici non c’è stato un aumento del prezzo degli abbonamenti e dei biglietti per singolo spettacolo. “L’amarezza più grande è la sensazione, palpabile, di uno scollamento del territorio, di un disinteresse nella promozione dello stesso. Il Comune resta socio unico della Fondazione e non verremo meno ai nostri impegni- ha dichiarato Corrado Bonfanti-. Il tutto è possibile grazie al lavoro della Fondazione, del Sovrintendente Ricupero con tutto il Consiglio d’Amministrazione, il Direttore Tecnico Salemi, i tecnici Bonfiglio, Favaloro e Gargano, ed al botteghino Corrado Greco. Le difficoltà non ci hanno impedito di proporre una stagione di spettacoli interessanti con i calendari del classico e dei ragazzi già pronti, in via di definizione invece quello del contemporaneo di Esplora e quello della lirica, oltre ai due spettacoli fuori abbonamenti, anch’essi senza il crisma dell’ufficialità”. E proprio sulla grande novità di quest’anno gradito ospite sul palco del Tina Di Lorenzo è stato il tenore Marcello Giordani, nativo di Augusta, reduce da “Un ballo in maschera” all’Opera di Stato di Berlino ed in partenza per New York dove al Metropolitan si esibirà nell’opera della Tosca, per chiudere il 2015 ad Amburgo con Manon Lescaut. “Sono molto emozionato ed onorato di poter portare il mio contributo in una città come Noto che trasuda arte. Ho girato e continuo a girare moltissimo, ma il mio desiderio più grande e tornare nella mia terra e poter aiutare la crescita culturale in generale, musicale in particolare. Per questa nuova esperienza al Tina Di Lorenzo vorremmo cominciare con delle opere note come “Il barbiere di Siviglia” o “Elisir d’amore”, inoltre nelle nostre intenzioni c’è il desiderio di dare spazio ai talenti siciliani, organizzare delle master class per cantanti lirici, e strizzare l’occhio all’estate con le esibizioni open air, e per quella stiamo pensando alla Turandot”. Il tenore ha fondato nella sua Augusta un’Accademia ed ha regalato, a fine intervento, e dopo l’esibizione di due soprano, un’intensa interpretazione della nota “E vui durmiti ancora” con le parole della poesia di Formisano, musicata da Calì. E per gli emozionati presenti anche il “fuori programma” firmato Lo Monaco- Giordani e il brano ” Tu che m’hai preso il cuor”. Spazio infine al Teatro per i ragazzi con Giuseppe Spicuglia e il suo Lab-oratorio Sacro Cuore, introdotto dal Sindaco che ha avuto parole di elogio ed apprezzamento, per gli spettacoli dello scorso anno, tutti sold out. “Ringrazio ancora per la fiducia al nostro gruppo che in questa stagione propone tre spettacoli gioiosi: “Mary Poppins”, che ritorna a grande richiesta il 12 e 13 gennaio, “Andata e ritorno in riga serrati”, 26 e 27 gennaio, e “Il Re Leone”, il 21 e 22 marzo. Con un anteprima di quest’ultimo, solo per i presenti, che ha chiuso la serata.
Emanuela Volcan

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*