Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Oggi i funerali dei due operai morti alla Versalis
Lo stabilimento dove si è verificato il tragico incidente.

Oggi i funerali dei due operai morti alla Versalis

Bandiere a mezz’asta oggi e sospensione delle attività a Siracusa e a Melilli, due centri accomunati nel lutto per la morte degli operai Michele Assente e Salvatore Pizzolo, deceduti una settimana addietro a causa dell’incidente sul lavoro mentre stavano eseguendo un intervento di manutenzione al pozzetto d’ispezione della rete fognaria dello stabilimento Versalis di Priolo.  I sindaci Giancarlo Garozzo e Giuseppe Cannata hanno proclamato il lutto cittadino per quest’oggi con l’esposizione negli edifici pubblici delle bandiere a mezz’asta e la sospensione di tutte le attività e le manifestazioni in programma. Nell’ordinanza i due sindaci invitano i cittadini “a esprimere la loro partecipazione, mediante la sospensione dell’attività, in segno di rispetto e raccoglimento durante i funerali, con esclusione dei servizi indispensabili e obbligatori”.  Anche la seduta del Consiglio comunale di Siracusa, fissata per questa sera, è slittata in segno di lutto a data da destinarsi. lutto cittadino, anche il Consiglio comunale in programma domani, è stato rinviato a data da destinarsi.

Il rito funebre per Assente è previsto per questo pomeriggio alle ore 16 alla chiesa di santa Rita mentre quello dell’amico e collega di lavoro è stato fissato per le ore 17.30 alla chiesa di san Sebastiano a Melilli.

Proprio per la coincidenza dei funerali, è stata rinviata, la riunione programmata per questo pomeriggio in Prefettura per affrontare il nodo della sicurezza negli stabilimenti della zona industriale siracusana. Il prefetto Armando Gradone aveva manifestato interesse a partecipare a entrambi i funerali, che coincidono con la convocazione del vertice. La nuova convocazione è per giovedì prossimo. A quella riunione sono stati invitati a partecipare i rappresentanti di Confindustria Siracusa, delle committenti, le organizzazioni sindacali, l’Asp 8, l’ispettorato del lavoro.

Intanto, il sindaco di Priolo, Antonello Rizza, si è fatto promotore di un tavolo di discussione, con l’obiettivo di varare una commissione di controllo permanente sui cantieri del petrolchimico. Ha così invitato, per domani mattina, i sindaci ed i presidenti dei consigli comunali degli altri comuni industriali, insieme con le segreterie di Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Fismic per discutere della sicurezza del personale nei luoghi di lavoro. “Non possiamo consentire che ancora si assegnino appalti al massimo ribasso – dice il sindaco Rizza, quando i tragici fatti di cronaca evidenziano come c’è il serio rischio che i risparmi siano effettuati tagliando sul settore della sicurezza. Le ditte appaltatrici, troppo spesso, pur di aggiudicarsi una gara riducono all’osso i preventivi, per poi eseguire i lavori cercando di spendere il meno possibile per non chiudere il bilancio in rosso, appunto tagliando anche dove non si può e non si deve risparmiare”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*