Home / Se te lo fossi perso / Politica / Priolo, l’opposizione chiede: “Dov’è il sostegno alle persone bisognose?”

Priolo, l’opposizione chiede: “Dov’è il sostegno alle persone bisognose?”

Per il consigliere comunale di Priolo, Alessandro Biamonte “questo bilancio di previsione  non è altro che un consuntivo più del 50% delle somme già sono state impegnate, l’amministrazione non ha sentito l’esigenza di confrontarsi nella fase più importante dell’attività amministrativa con la società civile, con i partiti e i movimenti politici”.

L’opposizione contesta diverse spese programmate come i 430 mila euro annui per telefonia mobile, 35 mila euro annui per fotocopiatori, 20 mila per l’affitto sede Osservatorio Ambientale mentre per le aziende che assumono giovani priolesi, per le giovani coppie per l’acquisto della prima casa, per l’acquisto di attrezzature sportive e messa in sicurezza del campo di San Focà, voci in capitolo zero.

La consigliera Patrizia Arangio afferma che si tratta di “Un provvedimento importante che passa dalla commissione bilancio soltanto un’ora prima del consiglio. Lontani dall’idea che un bilancio comporta diversi giorni di studio. Insopportabile vedere come il paese venga governato con provvedimenti rapidi e sbrigativi”.

I consiglieri Giuseppe Fiducia e Marianna Tripi fanno notare non c’è traccia nemmeno del sostegno previsti per un asilo nido e per le persone svantaggiate, frutto di una delibera del consiglio comunale del marzo dello scorso anno con al quale venivano ridotti i gettoni di presenza.

Informazioni su Redazione

Un commento

  1. Mamma mia che costi, viene da rabbrividire, quasi quasi con 430mila euro all’ anno vi conviene aprire una società di telefonia mobile, sicuramente costerebbe di meno, ho l’ impressione che queste spese sono pure per i parenti perchè è davvero eccessivo con le tariffe che ci sono da un bel po di tempo spendere una tale cifra, non parliamo dei 35mila euro all’ anno per fotocopiatori, ma cosa fotocopiate i soldi e le bollette dei poveri cittadini, questo è vero sono proprio tante le bollette?? 20mila euro per l’ osservatorio ambientale che praticamente non serve a nulla tanto i signori industriali fanno quello che vogliono inquinando l’ aria con qualsiasi sostanza e non pagano mai, per non parlare di quello che si trova nei nostri mari. Assurdo, io farei pagare tutto a voi figli miei, e poi parlano di spendig review, già ne parlano solamente però, purtroppo sono le tasse a salire sempre e non le loro spese a scendere. Questi stanno facendo proprio di tutto per portarci alla rivoltà, ma ancora non gli entra nella loro testolina senza cervello.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*