Google+

Pulizia uffici comunali: ancora una fumata nera

Ancora una fumata nera per i lavoratori del servizio di pulizie negli uffici comunali del capoluogo. Nella riunione convocata all’ufficio del lavoro, le organizzazioni sindacali di categoria si sono confrontate con i rappresentanti dell’azienda, appaltatrice del servizio per trovare un punto d’incontro rispetto a quanto emerso fino ad oggi.

Al termine della riunione, il sindacato ha storto ancora una volta il muso, sostenendo l’impraticabilità della proposta così come è stata riformulata dalla CM Service srl. In sostanza, la ditta ha dettato la nuova condizione costituita dall’aumento da 8 a 11 delle ore settimanali di impiego dei lavoratori a cui viene aggiunto un monte orario di 3 ore per gli straordinari. I conti non tornano ai lavoratori e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali hanno lasciato il tavolo delle trattative con un nulla di fatto.

Questa mattina, alla luce di quanto emerso nell’incontro all’ufficio del lavoro, diversi operatori hanno deciso di loro iniziativa di protestare con un sit in davanti al palazzo Vermexio. La trattativa, quindi, prosegue ad oltranza nell’intento comune di arrivare a una soluzione condivisa. Ma fino a questo momento le organizzazioni sindacali sostengono essere molto lontani i termini per l’accordo, atteso che si partiva da un monte orari di 16 ore del precedente appalto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*