Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Siracusa, controlli antidroga all’istituto Nautico

Siracusa, controlli antidroga all’istituto Nautico

I poliziotti di quartiere della Questura di Siracusa, e unità cinofile antidroga della Polizia di Stato della Questura di Catania, nel corso degli ormai consueti servizi finalizzati a dare un concreto segnale, in termini di prevenzione, contrasto e deterrenza, al fenomeno del consumo di sostanze stupefacenti da parte dei giovani studenti degli Istituti Superiori cittadini, hanno espletato un servizio di controllo nei pressi ed all’interno di alcune classi dell’Istituto Nautico “G.A. della Targia” sito in Piazza Matila.

Nel corso dell’attività, previa breve spiegazione da parte del Dirigente dell’U.P.G.S.P. degli effetti e dei danni causati dall’uso delle sostanze stupefacenti nonché delle gravissime conseguenze giuridiche sia in caso di detenzione ai fini di uso personale che di spaccio, si è proceduto al controllo di svariate classi e parti comuni dell’istituto scolastico e non sono state rinvenute sostanze stupefacenti.

Tale risultato, bene augurante, è un tangibile segno che l’attività intrapresa, nata dalla proficua e costante collaborazione della Polizia di Stato con i Dirigenti Scolastici ed il corpo docente, comincia a dare i primi risultati tangibili, anche grazie ai capillari incontri di legalità che la Questura di Siracusa, dall’inizio dell’anno scolastico, ha tenuto in tutti gli istituti scolastici della città e della provincia e che continuerà a svolgere sino alla chiusura delle scuole con gli Agenti  dell’Ufficio per la Comunicazione.

Con l’occasione si anticipa che giorno 26 novembre p.v. presso l’istituto E. Fermi la Polizia di Stato incontrerà gli studenti delle quinte classi per uno degli incontri di legalità nel corso del quale si affronteranno le consuete tematiche legate al contrasto della criminalità organizzata, all’uso delle sostanze stupefacenti ed all’abuso di alcol tra i giovani nonché all’insidie provenienti dal mondo del web.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*