Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Siracusa, giovedì assemblea dei lavoratori Socosi e Util Service
La protesta dei dipendenti della Socosi e della Util service.

Siracusa, giovedì assemblea dei lavoratori Socosi e Util Service

Indetta dalla Filcams CGIL di Siracusa per giorno 26 novembre dalle ore 8 alle ore 14 un assemblea generale dei lavoratori di SOCOSI e UTIL SERVICE che si terrà davanti a Palazzo Vermexio in Piazza Duomo.  A meno di 4 giorni dalla scadenza dell’attuale proroga concessa a Socosi e Util Service fissata al 30 novenbre, i lavoratori con la Filcams CGIL, chiederanno al Sindaco Garozzo di essere ricevuti e di notiziare i lavoratori ed il sindacato su come il Comune di Siracusa intende continuare a garantire i livelli occupazionali dei lavoratori impiegati nell’appalto dei servizi generali ( Navette, cimiteriali, custodia, supporto uffici comunali)  Util Service e Uffici Tributi Socosi, ciò alla luce dell’intervenuta sospensiva dell’aggiudicazione della gara a GSA – Europromos disposta dal TAR Catania su ricorso dell’ATI Ciclat Util Service.

Le continue proroghe di 15 giorni, che si continuano a susseguire,  altro non hanno prodotto che un innalzamento della tensione tra i lavoratori, che vedono il Comune di Siracusa brancolare nel buio e di trovare le soluzioni solo all’ultimo istante.

La disposta sospensiva del TAR Catania, ed il rimando al merito del 14 gennaio 2016  non troverà soluzione, ad essere ottimisti, prima della fine del prossimo anno; il Comune di Siracusa non può pensare di continuare a gestire appalti che hanno un importanza strategia per il Comune di Siracusa e di servizi essenziali per la città in maniera così approssimativa .

Dichiarazione di Stefano Gugliotta segr. Filcams CGIL Siracusa : “ Siamo in presenza di una gara che è stata ideata malamente, accorpare infatti in un’unica gara servizi diametralmente opposti come l’ufficio tributi e i servizi generali, è stato il primo errore commesso dall’amministrazione Garozzo; procedere all’aggiudicazione definitiva a GSA Europromos con un ribasso del 27,40 % è stato un altro errore che ha costretto il TAR a disporre la sospensiva cosa dobbiamo ancora annoverare a carico di questa amministrazione per continuare a fare male ? Sarebbe facile dire che la Filcams aveva in tempi non sospetti avanzato perplessità che poi il TAR ha confermato, ma oggi chiediamo fermamente al Sindaco Garozzo di assumersi le responsabilità che la legge gli conferisce, e di valutare se insistono le condizioni per annullare  in regime di autotutela la determina n. 93 del 11 settembre che aggiudica definitivamente a GSA Europroms la gara . Il continuo rimandare il problema con  proroghe su proroghe, espone l’intero Comune di Siracusa a possibili richieste di risarcimento danni con ulteriori aggravi per la collettività oltre al rischio reale di procurare un danno all’erario.”

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*