Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Siracusa, pubblicato il secondo bando per l’imprenditoria giovanileSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Siracusa, pubblicato il secondo bando per l’imprenditoria giovanile

Siracusa, pubblicato il secondo bando per l’imprenditoria giovanile

È stato pubblicato il secondo bando, dopo quello del 2014, per l’assegnazione di contributi a fondo perduto per le costituzione di nuove attività d’impresa (le cosiddette start up) micro e piccole realizzate da cittadini italiani senza lavoro e residenti a Siracusa. Le domande devono essere presentate entro le ore 12 del 26 febbraio. Si tratta di 18 contributi da 10 mila euro ciascuno che saranno assegnate secondo tre graduatorie; 9 sono destinati a disoccupati o in cerca di prima occupazione con meno di 35 anni di età; 6 a disoccupati o in cerca di prima occupazione; 3 a disoccupati o in cerca di prima occupazione ex detenuti. Le somme eventualmente non utilizzate saranno destinate alla categoria in cui è stato presentato il numero maggiore di progetti.

Le imprese non devono essere costituite alla data di pubblicazione del bando. Per partecipare basterà presentare una semplice idea progettuale da rendere esecutiva entro 60 giorni dalla data di inserimento in graduatoria. In questa fase l’Amministrazione, attraverso i suoi uffici, assicurerà tutta l’assistenza necessaria alla realizzazione dei progetti in tempi utili. Le imprese si possono costituire come società di persone, ditte individuali, società di capitali o cooperative operanti nei settori dell’artigianato, del commercio, dell’industria, del turismo, dei servizi alle imprese, della valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale, dell’enogastronomia, della produzione e della promozione culturale. Sono esclusi i settori non etici. Il contributo deve essere destinato all’affitto o alla ristrutturazione di locali, all’acquisto di beni strumentali all’attività di impresa, programmi informatici, brevetti, banche dati, know how, licenze d’uso concernenti le nuove tecnologie. La somma viene erogata in due tranche: la prima, pari alla metà, alla firma dell’atto di impegno con il Comune dietro presentazione di una fideiussione; la seconda entro 90 giorni dalla presentazione dei giustificativi e dopo l’approvazione della rendicontazione. I beneficiari, inoltre, saranno esonerati per 24 mesi dal pagamento dei tributi sullo smaltimento rifiuti, occupazione di suolo pubblico e pubblicità.


Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*