Google+

Siracusa, rapinatrice rimane imprigionata tra le porte blindate della gioielleria

Aveva deciso di mettere a segno una rapina in gioielleria. Ma le è andata male e il black friday lo ha trascorso in manette. Sono stati i poliziotti delle Volanti ad arrestare una donna di 57 anni, siracusana, già nota alle forze dell’ordine, che deve rispondere adesso di rapina. Come ricostruito dagli investigatori, la donna si è presentata pochi minuti dopo le 18 nella gioielleria Piccione di viale Zecchino, la stessa che due anni addietro è stata oggetto di un’altra rapina ad opera di quattro persone.

Armata di pistola, poi risultata giocattolo, ha minacciato il titolare dell’esercizio commerciale che, per nulla intimorito, ha reagito con fermezza e sangue freddo, azionando anche il dispositivo di allarme collegato con la sala Operativa della Questura. La rapinatrice, scoraggiata dalla reazione del gioielliere, ha cercato di fuggire ma rimaneva intrappolata tra le porte blindate del negozio. L’arrivo tempestivo delle Volanti, già in zona per i servizi antirapina, predisposti in occasione del prevedibile afflusso di clientela nei negozi del centro commerciale, in occasione del black Friday, ha consentito l’arresto della donna.

Le indagini degli uomini delle Volanti hanno permesso di rinvenire, all’interno del garage di pertinenza della donna, monili in argento e varia bigiotteria, asportati  il 19 novembre, dopo un’altra rapina perpetrata presso una gioielleria di Viale Tica. Sono in corso ulteriori indagini per valutare ulteriori responsabilità della donna in altre rapine.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*