Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Zappulla (Mdp): “Imminente la chiusura della stazione di Siracusa”

Zappulla (Mdp): “Imminente la chiusura della stazione di Siracusa”

Vogliono chiudere la Stazione di Siracusa? Sospetti fondati per il parlamentare di Mdp, Pippo Zappulla che sulla questione ha presentato un’interrogazione al ministro per i Trasporti.

L’anno scorso Trenitalia e Rfi hanno realizzato lavori di ammodernamento e velocizzazione della tratta senza un minimo di confronto preventivo con le forze economiche, istituzionali e sociali del territorio. Quest’anno è ancora peggio: a differenza dell’anno scorso, dove fu chiuso solo il tratto interessato ai lavori mantenendo attivo il resto della rete, ora si sta procedendo a chiudere l’intera tratta mettendo in discussione e in allarme, tra lavoratori diretti, dei servizi e degli appalti, circa 500 posti di lavoro.

“Avevamo chiesto di evitare di intercettare il periodo delle rappresentazioni classiche – ha commentato Zappulla – perché, pur nella precarietà del servizio ferroviario, eliminare un vettore sarebbe stato un errore incomprensibile e invece stanno procedendo a chiudere praticamente dai prossimi giorni la tratta, rendendo inutilizzabile la ferrovia per ogni spostamento. Per misteriosi lavori di ammodernamento pare stiano procedendo pure a  chiudere anche la Siracusa-Modica”.

Per la definizione del contratto di servizio della Regione con Trenitalia ed Rfi blocca ogni investimento e risorsa; da prime indiscrezioni, per queste ultime il sistema ferroviario siciliano registrerà la  scomparsa della Stazione di Siracusa da ruolo di testa, che gli è stato affidato da anni.

“Stigmatizzo l’ennesimo comportamento scorretto di Trenitalia e Rfi nel non informare preventivamente il territorio e le stesse forze sociali – afferma Zappulla – ma ancora  più grave è il rischio di una lenta e graduale ma inesorabile chiusura della stazione di Siracusa. Si procede, infatti, a una serie di svuotamenti di ruoli e di competenze, si depotenzia il servizio, lo si rende di fatto non appetibile e competitivo per poi arrivare a dire che è meglio chiuderla”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*