Google+

Canicattini, chiusa una sala per la raccolta di scommesse

Poliziotti in azione a Canicattini per la presenza di una sala scommesse clandestina. Il fenomeno delle scommesse su eventi sportivi e non  ha assunto dimensioni sociali rilevanti anche nel nostro Paese, pertanto, il legislatore ha ritenuto di adottare un regime sanzionatorio nei confronti di coloro i quali permettono anche ai minori di poter effettuare delle giocate all’interno delle sale preposte alla raccolta delle scommesse. In tale contesto, il Questore di Siracusa, avuto contezza che in un esercizio pubblico di raccolta di scommesse, sito a Canicattini Bagni, è stato consentito a tre minori di effettuare delle giocate su alcuni eventi sportivi, ha emesso un provvedimento di sospensione di licenza per un periodo di venti giorni, al fine di curare l’osservanza della citata legge e di proteggere, al contempo, i soggetti più vulnerabili e, pertanto, più esposti al fascino delle gioco.

Il provvedimento amministrativo di sospensione dell’attività, a firma del Signor Questore della Provincia, è stato preparato, dopo la necessaria fase istruttoria, dall’Ufficio di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura aretusea e notificato all’interessato tramite la forza di polizia territorialmente competente.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*