Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Augusta, i lamenti di un cucciolo fanno temere il peggio

Augusta, i lamenti di un cucciolo fanno temere il peggio

Si sarebbe potuto temere il peggio, addirittura un’anziana donna finita non si sa come, tra una folta vegetazione spontanea fitta di rovi in un area poco accessibile e scoscesa tra via X Ottobre e la piazzetta che lambisce alcune abitazioni fatiscenti. Ma dopo quasi 3 ore di affannate ricerche e con l’ausilio di decespugliatori, motoseghe e cesoie, liberata l’area, con grande sollievo si è scoperto che i presunti lamenti testimoniati da alcuni passanti provenienti dalla macchia, erano di un cucciolo di cane impaurito e rannicchiato su stesso. L’accaduto che sa dell’incredibile si è sviluppato in maniera crescente sin dalle prime ore della mattina quando alcuni passanti a loro dire, erano stati attratti dai lamenti di una donna che provenivano dalla folta vegetazione. Dopo i primi momenti di concitazione, allertati dai passanti una pattuglia dei carabinieri della locale stazione di piazza Carmine si è recata sul posto, successivamente si è reso indispensabile l’intervento dei vigili del fuoco del locale distaccamento, oltre che al personale medico e paramedico del 118 e agli uomini della Protezione civile del Comune di Augusta. Tutti con frenesia si sono adoperati per cercare la fantomatica anziana donna, che poi alla fine si è rivelato un flop.

F.G. 

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*