Home / Se te lo fossi perso / Ambiente / Augusta, passeggiata ecologica lungomare Granatello‏

Augusta, passeggiata ecologica lungomare Granatello‏

Passeggiata ecologica ad Augusta per la sensibilizzazione dei cittadini all’educazione civica. L’iniziativa di un gruppo di volontari nata inizialmente sul social network Facebook, che assieme a 8 volontari, muniti di sacchetti di plastica e guanti in lattice, hanno ripulito il “passeggio” del lungomare Granatello da bottigliette e bicchieri di plastica, carte ed altro genere di rifiuti.La recente costruzione del litorale, che costeggia lo specchio di mare antistante un tratto del golfo Xifonio, dove insistono vari club nautici, soprattutto nel periodo estivo è molto affollato da famiglie e da moltissimi giovani che stazionano e si intrattengono nei locali serali tra un drink e l’altro.L’iniziativa dei volontari che proseguirà per tutta occasionalmente per tutta l’estate, ha ricevuto pareri consensi dei frequentatori che hanno apprezzato lo spirito del lavoro dei volontari. “La rinascita di Augusta passa anche attraverso queste piccole iniziative di educazione civica – ha detto Carmen Bonfiglio, promotrice dell’iniziativa – Il nostro intento è quello di farci notare dalla gente e sensibilizzare la città ad una maggiore attenzione ai problemi quotidiani come quello per esempio di non buttare a terra materiale di scarto, che andrebbe depositato negli appositi contenitori, contribuendo così a mantenere pulite le aree da noi stessi frequentate”. Piccoli gesti che possono contribuire a mantenere salubre e pulita la città, oltre che a rispettare le regole e le leggi sulla viabilità, che in questa specifica area sta diventando problematica per via delle numerose autovetture e scooter posteggiati ai bordi della carreggiata in mancanza di un posteggio adeguato. “Alla base di tutto mancano le nozioni elementari di educazione civica, quella che ai miei tempi ci insegnavano a scuola, tanto per intenderci e che ancora oggi a distanza di tanti anni ricordo – ha commentato Vincenzo Sanseverino –Ma non solo, qui esiste anche un problema di sicurezza legata al numero sempre più crescente di scooter concentrati fino ad invadere metà corsia stradale. Basterebbe che il Comune utilizzasse un tratto di saline e adibirlo a posteggio”. Per Carmelo Miano, anch’esso volontario, la proposta che intende portare al vaglio della nuova amministrazione è quella di attrezzare l’area di contenitori per la raccolta del vetro e della plastica. F.G.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*