Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Avola, carabiniere sventa un furto in supermercatoSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Avola, carabiniere sventa un furto in supermercato

Avola, carabiniere sventa un furto in supermercato

Un carabiniere libero dal servizio ha segnalato ai suoi colleghi la presenza di 3 persone sospette che si stavano allontanando dalle casse del supermercato senza pagare la merce presa. L’intervento del militare ha consentito di sventare il furto. E’ accaduto ad Avola dove i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Noto sono intervenuti a supporto di un militare del reparto operativo del Comando provinciale aretuseo per arrestare Gaetano Mancarella di 31 anni, Roberta Ferrara di 54, e Luisa Schepis di 28, tutti siracusani già noti per i loro precedenti di polizia.

Il militare, che si trovava in supermercato, benché libero dal servizio con la famiglia, ha notato l’atteggiamento sospetto col quale i tre si allontanavano dalle casse senza acquisti, ha approfittato della vicinanza dei colleghi impiegati nel quotidiano servizio di controllo del territorio per bloccare e controllare i sospetti. I Carabinieri hanno proceduto ad un controllo di polizia al termine del quale i tre venivano trovati in possesso di generi alimentari per circa 200 euro, per i quali non sono stati in grado di fornire prova di acquisto. Presupponendo, quindi, l’illecita provenienza della merce, procedevano ad accompagnare i fermati in caserma. Si procedeva ad interpellare i titolari del supermercato al fine di riscontrare eventuali ammanchi di merce ed al termine di tali verifiche i Carabinieri hanno accertato che i tre fermati avevano asportato merce riuscendo a passare dalle casse senza essere notate dal personale e pertanto venivano dichiarati in stato di arresto.

Gli arrestati, espletate le formalità di rito, venivano accompagnati presso le proprie rispettive abitazioni in regime degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo presso il tribunale di Siracusa.

Luisa Schepis

Roberta Ferrara

Gaetano Mancarella

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*