Home / Curiosità / Canicattini, Casper trova una famiglia che lo adotta

Canicattini, Casper trova una famiglia che lo adotta

Trova una casa e, soprattutto, trova l’affetto e il calore di una famiglia ad accoglierlo, Casper, un cane randagio di Canicattini Bagni, salvato una delle scorse sere di freddo dalla Dottoressa Enza Oddo, responsabile cittadina dell’Enpa, l’Ente Nazionale Protezione Animali.

Il ritrovamento di Casper, che da tempo girovagava smagrito per le vie di Canicattini Bagni in cerca di coccole e cibo, è stato possibile grazie ad una delle tante segnalazioni che periodicamente riceve la Dott.ssa Oddo dell’Enpa, da anni molto attiva e impegnata in città, anche in convenzione col Comune e con la collaborazione di alcuni volontari, nel curare, assistere e rieducare i cani randagi, oltre a promuoverne l’adozione, in particolare al nord Italia dove è maggiore la richiesta, grazie alla rete che lo stesse Ente ha in tutta Italia.

Pertanto, segnalatene il ritrovamento al Comandante della Polizia Municipale, Giuseppe Casella, come previsto dalle procedure, a Casper, cane d’indole molto buona, era stato da subito garantito un posto momentaneo dove poter stare al calduccio, mentre sui social e sulla Rete la sua storia aveva colpito il cuore di molte persone, tra queste una volontaria animalista di Vittoria, Fabiola Tommaseo e della sua famiglia, che hanno deciso di adottarlo.

Ieri, sabato 27 febbraio 2021, l’incontro di Casper con la sua nuova famiglia, nello studio veterinario del Dottor Paolo Bellomia, dove, sempre grazie all’impegno dell’Enpa e della sua responsabile canicattinese, ha avuto effettuato l’intervento di sterilizzazione.

A fare gli onori di casa e a ricevere la famiglia Tommaseo c’era anche il Sindaco Marilena Miceli che, insieme alla Dott.ssa Oddo, non hanno mancato di ringraziarne i componenti per la sensibilità dimostrata nel dare una casa e tanto affetto a questo giovane amico a quattro zampe che ha così lasciato Canicattini Bagni.

Garantire con l’adozione un nuovo benessere ai randagi rinvenuti nel territorio comunale, evitandogli il ricovero, spesso prolungato, nei canili privati ormai sempre più alla saturazione, è stato da sempre l’obiettivo e la politica adottata,  in continuità con la precedente, dall’Amministrazione comunale di Canicattini Bagni, anche al fine di ridurre i costi che attualmente il Comune sostiene per il loro ricovero.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube