Google+
I lavoratori dell'Igm presenti ieri mattina nell'aula del consiglio comunale.

Caso Igm: tensioni in consiglio comunale

Si sono vissuti momenti di tensione questa mattina in consiglio comunale. L’assise era stata convocata per affrontare alcuni punti all’ordine del giorno ma l’aula Vittorini è stata presidiata da una gruppo di dipendenti dell’Igm, che, nel cambio dell’appalto ponte per la gestione del servizio di nettezza urbana rischiano di essere licenziati o di vedersi demansionare la qualifica.
Dopo le prime schermaglie, la presidente Moena Scala, ha deciso di sospendere la seduta per consentire alla conferenza dei capigruppo, di stabilire il da farsi. E’ stato, quindi, deciso di convocare per domani pomeriggio con inizio alle 15, una seduta straordinaria del consiglio comunale proprio sulla questione del servizio di igiene urbana e, soprattutto, del futuro occupazionale dei lavoratori dell’Igm, in particolare i 46 che hanno una qualifica amministrativa e per i quali la Tekra, azienda subentrante all’Igm, non intende confermare il contratto.
Assente il sindaco talia, che il venerdì fa ricevimento nella sede dell’assessorato alle Politiche sociali, a prendere la parola è stato il vice sindaco, Giovanni Randazzo, il quale ha annunciato che il primo cittadino sta per emettere un’ordinanza con la quale impone all’Igm di non interrompere il servizio di raccolta dei rifiuti, in attesa che la nuova ditta diventi pienamente operativa. Si tratta di un’ordinanza contingibile ma provvisoria, a cui seguirà la convocazione di un tavolo presieduto dal prefetto Castaldo, in cui sarà approfondita l’intera vicenda.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*