Home / Primo Piano / Eccellenza, il Siracusa non sfrutta la ghiotta occasione

Eccellenza, il Siracusa non sfrutta la ghiotta occasione

Siracusa: Vitale, Liistro, Santamaria, Santanna, Orefice, Pettinato, Mascara, Grasso, Fichera (50’ Strano), D’Agosta (80’ Conti), Petrullo (68’ Scarano). A disposizione: Pandolfo, Zappalà, Arena, Carpinteri.

All. Anastasi

Milazzo: Di Dio, Salmeri, Laquidara, Ciccone (36’ Vitale), Dall’Oglio, Parisi, Costa, Alosi, Mento (62’ Russo), D’Anna,Venuti. A disposizione: Sanfilippo, Gualdi, Impala, Isgrò, Rotuoletti.

All. Perdicucci

Arbitro: Fiero di Pistoia. Assistenti: Palla di Catania e Macca di Ragusa

Note: espulso Salmeri al 60’

Il Siracusa non sfrutta la ghiotta occasione per potere distanziare lo Scordia (fermato dal turno di riposo).Termina a reti bianche, proprio come nel girone d’andata, il big-match di giornata tra il Siracusa e il Milazzo terzo in classifica. Un punto che permette agli azzurri di allungare il vantaggio sullo Scordia secondo in graduatoria che oggi ha osservato un turno di riposo (sosta già effettuata nel mese scorso dal Siracusa). Il “De Simone” si riempie come mai negli ultimi tre anni. Oltre alla Curva sempre più affollata anche la Tribuna quest’oggi è stata davvero un bel colpo d’occhio. L’ingresso in campo delle due squadre è salutato dalle coreografie di entrambi i settori e non sono mancati i fuochi d’artificio. Un modo per ringraziare Mascara e compagni che pian piano stanno facendo tornare l’amore per il calcio ad una città intera. Contro il Milazzo Anastasi deve fare a meno di Contino squalificato e Palermo indisponibile. Oltre al solito Vincenzo Montella in fase di recupero. Senza Contino gli azzurri si schierano a tre in avanti con Petrullo centrale e D’Agosta-Fichera esterni. In mezzo Santanna fa coppia con Grasso. Davanti la difesa gioca Mascara. Santamaria, Pettinato, Orefice e Liistro formano il pacchetto arretrato. Vitale tra i pali. Al 6’ gli azzurri pericolosi con Grasso che calcia al volo sugli sviluppi di un corner. Al 14’ Santanna ci prova da buona posizione, la conclusione si spegne sopra la traversa. Al 24’ è il tuorno di Mascara. Il capitano ci prova da fuori e al volo, Di Dio blocca a terra. Al 28’ la grande occasione capita sui piedi di Fichera ma la retroguardia mamertina si salva in angolo. Al 40’ i rossoblu si fanno vedere per la prima volta dalle parti di Vitale con Costa che in contropiede centra il palo. Nella ripresa il copione non cambia. Il Siracusa le prova tutte per scardinare la difesa ospite ma il Milazzo è una squadra quadrata e difende con ordine. Al 60’ Salmeri viene espulso per doppia ammonizione. Al 68’ Anastasi sostituisce Petrullo con Scarano e cambia modulo. Si passa al più offensivo 4-2-4. Santanna-Scarano in mezzo con Mascara in avanti con il neo entrato Strano. Sugli esterni D’Agosta e Grasso. Al 74’ Mascara invita Grasso che però si fa anticipare dalla difesa ospite. All’89’ Peppe Mascara prova a fare tutto da solo. Si libera di un paio di avversari e calcia da fuori area. Di Dio è attento e blocca. Nei minuti di recupero gli azzurri le provano tutte ma il risultato non cambia. Termina zero a zero con il Siracusa che esce tra gli applausi dei suoi tifosi. Domenica 8 febbraio (ore 15.00) azzurri attesi dal derby in casa del Giarre.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*