Home / Se te lo fossi perso / Politica / Illuminazione a Belvedere, chiesta la cessione dell’impianto

Illuminazione a Belvedere, chiesta la cessione dell’impianto

Condizioni dell’illuminazione pubblica attorno a Belvedere, utilizzo della plastica riciclata, edilizia scolastica, il caso di villa Abela e la raccolta differenziata sono stati i temi trattati ieri sera dal consiglio comunale.

La seduta è ripresa dalla votazione sul prelievo dell’ordine del giorno dedicato a Belvedere proposto da Mauro Basile. La proposta è passata con la richiesta al Libero consorzio di cessione dell’impianto di pubblica illuminazione, ormai inattivo per mancanza di manutenzione, nel tratto che va dal villaggio Miano a Belvedere e di quello della rotatoria tra Belvedere e Città Giardino. Per Basile è necessario ristabilire le condizioni di sicurezza lungo un’arteria.

La proposta è stata di proporre al Libero consorzio la firma di un protocollo d’intesa con il quale il comune si possa fare carico della manutenzione straordinaria (quindi anche dell’illuminazione pubblica) dei tratti in questione ricadenti nel territorio comunale; l’ex Provincia resterebbe titolare dei tratti e dovrebbe garantire la manutenzione ordinaria.

La posizione dell’Amministrazione è stata espressa dal dirigente del settore, Natale Borgione, che ha messo in guardia sui costi dell’operazione (valutati in oltre 50mila euro) in un momento di difficoltà finanziarie. Quanto allo spartitraffico del centro commerciale, ha chiarito che la questione è stata di competenza del Libero consorzio.

Di riduzione dell’uso della plastica, l’Aula si è occupata discutendo la mozione (prima firmataria Chiara Catera) con la quale si invita l’Amministrazione a disporre il divieto di acquisto di oggetti in materiale vergine ma solo riciclato. L’iniziativa chiedeva, in sostanza, di applicare anche a Siracusa quanto disposto per i comuni dal ministero dell’Ambiente nell’ambito dell’iniziativa “Plastic free challange” che punta a scoraggiare il consumo della plastica monouso. Nel corso della discussione, Catera ha integrato la mozione con una richiesta all’Amministrazione affinché effettui una campagna sensibilizzazione rivolta ai cittadini.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*