Home / Se te lo fossi perso / Sport / Noto calcio, presentato il tecnico Fabio Di Sole

Noto calcio, presentato il tecnico Fabio Di Sole

Fabio Di Sole, 40 anni calabrese, è da questo pomeriggio il nuovo allenatore dell’USD Noto Calcio. Una lunga carriera da calciatore professionista, finita appena tre anni fa, in Serie A con Reggina e Fiorentina, in Serie B con Cosenza, Reggina e Catanzaro, e in Serie C con importanti club tra cui Spal e Pistoiese. Inizia subito l’esperienza in panchina con il settore giovanile dell’Hinterreggio in Lega Pro, poi è stato anche Commissario Tecnico della Calabria al Torneo delle Regioni. La scorsa stagione Di Sole è stato nello staff tecnico del Matera, squadra promossa in Lega Pro. Questa la fredda cronaca della sua esperienza nel mondo del pallone, ma abbiamo atteso la fine del primo allenamento odierno per conoscerlo meglio e presentarlo alla città ed ai suoi nuovi tifosi. 25 i calciatori che hanno lavorato sul campetto alle spalle della tribuna centrale, agli ordini del neo tecnico e del preparatore atletico Rossitto, tra questi anche dei volti noti in procinto di legarsi con la Società granata, ovvero Saani, Salese ed Intelisano, altri sono in prova, parliamo specificatamente degli under, e dunque il cartello “lavori in corso” campeggerà ancora per qualche giorno. Domani dovrebbe anche raggiungere il gruppo l’attaccante Rabbeni con cui la trattativa sembra essere a buon punto. Una seduta di allenamento prettamente atletica con una parte finale che mister Di Sole ha svolto solo con i più giovani, poi nel chiuso dello spogliatoio si tireranno le fila di questa prima giornata, domani l’allenamento si svolgerà a Rosolini. Nel terreno di gioco del Palatucci, in cui sono stati promessi gli interventi risolutivi da parte dell’Amministrazione, ancora non si è visto nulla. Ma ci sarebbe, il condizionale è d’obbligo, una spiegazione. Pare si stia valutando la possibilità di intervenire non con un rifacimento del manto erboso ma addiritura con la sistemazione di un terreno in erba sintetica. Da valutare e da verificare questa eventualità con gli organi competenti. Torniamo al discorso prettamente tecnico. Prima di lasciare mister Di Sole al summit con lo staff dirigenziale e il direttore sportivo Vittorio Strianese, lo abbiamo intervistato, dopo la foto di rito davanti allo stemma del Noto Calcio
( gentimemte concessa dal fotografo Salvatore La Marca). “Non nascondo che questa chiamata l’aspettavo da tanto – esordisce Fabio Di Sole-. Il direttore Strianese da tempo mi manifesta stima e volontà di farmi allenare”. Si ma la chiamata vera è arrivata quando già tutti gli altri si allenano da un mese, cosa ha pensato? “É vero! In questo caso c’erano sentimenti, emozioni e preoccupazioni contrastanti. Da una parte la voglia di iniziare è tantissima, ma anche la perplessità di una situazione che quasi è un’impresa da titani. Poi conosci uomini e cose, ti arrivano gli echi di una piazza che ormai in Serie D è diventata una splendida realtà, e vi garantisco è la verità. Ti arrivano gli echi di una Città bella, di grande fascino e cultura, e dici a te stesso che ce la farai. Questo è anche quello che ho detto oggi ai ragazzi nello spogliatoio, prima dell’allenamento. Riusciremo ad allestire un gruppo che diventerà una squadra e questa squadra si dovrà identificare con la città. Quindi saremo tosti ed anche belli”. Qual è il suo credo calcistico? “Innanzitutto ci tengo a precisare che per fare calcio ci vuole una profonda conoscenza di esso. Un sapere che va sempre curato ed aggiornato. L’anno scorso a Matera, con mister Vincenzo Cossu, è stata per me un’esperienza molto importante, e l’unico approccio possibile è l’umiltà e l’impegno nella lettura delle dinamiche gestionali di un gruppo. Il 3-4-3 è , se parliamo di moduli, il mio concetto base di squadra”. Domenica a Frattamaggiore, però, non si potrà andare tanto per il sottile! “E no, certo. In Campania dovremo gestire le energie, (qualcuno dei ragazzi si è allenato ma non ha fatto preparazione atletica, e per il resto non possiamo recuperare in tre giorni quello che si fa in un mese). Farò un 5-4-1 e voglio dal mio Noto un risultato positivo!”.  Ecco a voi Fabio Di Sole neo allenatore granata.
Emanuela Volcan

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*