Home / Se te lo fossi perso / Politica / Noto, l’ex vice sindaco Frasca torna in consiglio comunale
dig

Noto, l’ex vice sindaco Frasca torna in consiglio comunale

Un minuto di silenzio per ricordare i giovanissimi Gabriele Marescalco e Manuel Petralito  e poi i lavori di Consiglio Comunale hanno avuto inizio portandosi dietro, inevitabilmente le polemiche delle ultime ore sull’opportunità o meno che lo stesso si svolgesse, considerato che l’Amministrazione aveva stabilito il lutto cittadino in concomitanza con i funerali. “Essere assenti è una scelta personale che rispetto – ha dichiarato il Sindaco- ma le strumentalizzazioni sono esempi di bassa, bassa, politica”. A richiedere lo spostamento erano stati i consiglieri Rosa, Pintaldi e Ferrero, sia perché non vi erano all’ordine del giorno argomenti di particolare urgenza, sia perché, considerato il lutto cittadino, è sembrata una contraddizione lasciare aperto proprio il Palazzo di Città con la massima assise in riunione. Anche il consigliere Arturo Rizza non si è presentato in aula inviando alla Presidenza le sue motivazioni scritte: “Ritengo che l’espressione più alta delle Istituzioni cittadine non abbia rispettato il lutto, mostrandosi insensibile”.  Prima poi di procedere  con i punti da discutere sempre il Presidente ha comunicato la presenza di un nuovo gruppo consiliare, quello di Forza Italia, già annunciato da Bonfanti a Siracusa , e del suo capogruppo nella persona di Vincenzo Schemmari: “Vista la giornata di lutto il mio intervento non è con lo spirito giusto ma desidero ugualmente evidenziare che per formazione politica e per appartenenze pregresse, la mia adesione a Forza Italia è naturale anche se in questa momento può apparire come scelta coraggiosa. Ritengo che avere dei riferimenti a più livello diventa fondamentale per la risoluzione dei problemi”. Come noto la recente adesione del sindaco Bonfanti a Forza Italia ha registrato la reazione del Pd cittadino che da alleato al ballottaggio del 2011 si è tirato fuori dalla coalizione e dalla maggoranza, con successive dimissioni da vice sindaco di Corrado Frasca e del Consigliere comunale Salvatore Valvo. “Per una volta sono stata d’accordo con il mio partito – ha detto in aula Paola Terranova, consigliere Pd- manterrò l’autonomia che avevo già da mesi, e spero, comunque, che l’Amministrazione non cambi il suo programma”. Poi si sono succeduti gli interventi dei consiglieri Cultrera e Campisi che hanno voluto esprimere parole di apprezzamento per gli uomini del Pd con cui si è dialogato in questi anni, e confermata l’appartenenza alla maggioranza dei loro gruppi Patto per Noto e Impegno per Noto. Su proposta del Presidente Pennavaria veniva votato positivamente il prelievo del punto aggiuntivo: “Proposta di integrazione surroga del consigliere dimissionario: Valvo Salvatore. Giuramento e convalida del consigliere surrogante”. Primo dei non eletti è proprio l’ex vice sindaco Corrado Frasca presente tra il pubblico e quindi chiamato a prestare giuramento. “Questo momento avviene in una giornata davvero triste. Anche io mi aspettavo che questa seduta fosse posticipata proprio per togliere qualsiasi scusa a chi vuol strumentalizzare. Il mio partito si colloca all’opposizione”. Non ancora stabilita chi farà il capogruppo. Voto unanime sulla lettura ed approvazione dei verbali delle precedenti sedute; così come sulle “Modifiche al Regolamento comunale per la disciplina dei controlli interni”. A spiegare le modifiche il Segretario Generale dottoressa Rappa: “Si tratta di implementare, con altre tipologie di controlli di gestione, la valutazione delle risorse del comune e di come siano efficcientemente utilizzate; il controllo di qualità per monitorare i servizi erogati e come vengono percepite dall’utenza; controllo sulle societa partecipate per valutare l’efficienza, sopratutto sulle situazioni contabili”. Punto successivo sempre votato positivamente all’unanimità: “Modifiche al Regolamento del Consiglio comunale  e determinazione della misura del gettone di presenza – art. 29; Delibera CC n. 22 del 01/06/2018 – variazione tariffe”. Riguardano l’effettivo riconoscimento dei gettoni di presenza dei consiglieri (€21,98) in Consiglio Comunale, la partecipazione al voto ad almeno un punto all’ordine del giorno, in Commissione ad almeno la metå della durata complessiva della seduta. Si è poi parlato della “Delibera di CC nr.22 del 01/06/2018 variazione tariffe”. Si parla di costi del suolo pubblico per le attività commerciali spiegata dal Sindaco e successivamente anche dal consigliere Campisi. €1,30 al metro quadro al giorno ma con diverse agevolazioni sui periodi dell’anno,  la durata e le modalità di pagamento. Al voto 10 si e due astenuti: Frasca e Terranova. Ultimi punti la relazione annuale del Sindaco, con elencazione delle cose principali realizzate, fatte in aula dallo stesso Corrado Bonfanti, e il  riconoscimento debito fuori bilancio e liquidazione  della somma di € 12.178,91 a saldo, per l’incarico affidato all’avvocato Fianchino nella causa contro Sai8. Punto votato anch’esso all’unanimità.  Poco prima delle 20 campanella e chiusura dei lavori.

Emanuela Volcan

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*