Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Noto, ordinanza del sindaco contro il fenomeno incendiSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Ambiente / Noto, ordinanza del sindaco contro il fenomeno incendi

Noto, ordinanza del sindaco contro il fenomeno incendi

L’estate ormai alle porte è anche fonte di preoccupazione per il sempre grave e diffuso fenomeno degli incendi. Lo scorso anno il bilancio relativo alla vastità dei terreni andati in fumo fu veramente sconfortante. Un’Amministrazione, su un territorio vastissimo come quello di Noto, deve dunque premunirsi con apposite disposizioni che permettano da un canto l’attività usuale dei proprietari di fondi e dall’altro l’obbligo per chi ha terreni ma sono incolti di effettuare interventi di pulizia entro e non oltre il prossimo 15 di giugno. Il Sindaco di Noto, pertanto, al fine di adottare apposite misure atte a prevenire e contrastare il pericolo di incendi, con l’ordinanza numero 103 del 2 aprile 2015 ha disposto che tutti i terreni ricadenti nel territorio comunale dovranno essere ripuliti, entro il termine perentorio del 15 giugno 2015, di tutto ciò che può essere fonte di incendio.  L’ordinanza, disponibile sul sito del Comune, disciplina sia le tradizionali pratiche naturali di smaltimento tramite bruciatura dei residui vegetali prodotti nel fondo di proprietà, con quantità, modi e tempi rigidamente fissati, sia, come detto, l’obbligo di provvedere al decespugliamento ed esportazione delle sterpaglie, rovi, fieno, rami, e vegetazione secca in genere, rifiuti o di qualunque altro materiale di qualsiasi natura, che possa essere fonte d’incendio. Inoltre in prossimità di fabbricati, strde pubbliche e private, ferrovie e lungo i confini del fondo effettuare una fascia parafuoco con misure stabilite sempre nella suddetta ordinanza. Per i trasgressori sono previste sanzioni amministrative con importi pecuniari di diversa quantità.

E.V.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*