Home / Primo Piano / Noto, quattro encomi solenni per premiare impegno e risultati

Noto, quattro encomi solenni per premiare impegno e risultati

Consegnati quattro encomi solenni, il massimo riconoscimento che un’Amministrazione Comunale possa riservare a propri concittadini. “Dobbiamo essere attenti a percepire le belle novità della nostra città e dare loro il giusto valore – ha esordito il Sindaco Bonfanti-. La cerimonia di oggi oltre a riconoscere quanto fatto da queste persone vuol, ne rendere loro merito, far sapere all’opinione pubblica i fatti e il valore dei nostri uomini e delle nostre donne. Pertanto oggi qui ringrazio i volontari di protezione civile per essere sempre a servizio della nostra comunità e a coronamento di grandi risultati, nella attività quotidiana, assegnare gli encomi a Saverio Torino, Andrea Morosini e Giuseppe Squasi della ProcivArci Noto per aver salvato un giovane uomo precipitato dal Ponte di Santa Chiara; ed al giovanissimo Carmelo Ferla, vice campione italiano nella disciplina sportiva di Super mare cross, che porta alto il nome della nostra Città, ed a tutto il movimento motoristico della Società Motoclub Lanteri. Queste due realtà sono un bell’esempio per la forza e l’abnegazione in attività, l’una di volontariato, l’altra sportiva di alto livello”. E si è passati al momento della consegna con i protagonisti che hanno preso la parola per ringraziare e commentare le emozioni di questa mattina a Palazzo Ducezio. Primo a prendere la parola è stato Saverio Torino che ha raccontato il pomeriggio nei pressi del Ponte di Santa Chiara e i fatti a cui sono stati inconsapevoli spettatori e poi protagonsti nel recupero del giovane uomo finito tra la folta vegetazione dopo un volo di 50 metri, con lui Andrea Morosini e Giuseppe Squasi, ma in tanti della ProcivArci Noto hanno voluto essere presenti. A seguire è stata la volta del quattordicenne Carmelo Ferla che ha parlato della sua disciplina e di questo secondo posto ai campionati nazionali di Super Mare Crosso. Con lui il Sindaco ha voluto anche riconoscere il grande impegno dell’intera famiglia Ferla, papà Roberto è anche il suo allenatore, e Mimmo Meli Presidente del Motoclub Lanteri.
E.V.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*