Home / Se te lo fossi perso / Sport / Pallanuoto, l’Ortigia sfida Trieste per la prima di Coppa Italia

Pallanuoto, l’Ortigia sfida Trieste per la prima di Coppa Italia

L’Ortigia esordisce domani in Coppa Italia contro il Trieste. Sarà una partita complicata per l’Ortigia che, il giorno dopo, se la vedrà con la Distretti Ecologici Nuoto Roma, allenata da Maurizio Mirarchi, padre dell’ex biancoverde Cristiano, che sarà in acqua con la calotta della nuova società che ha acquisito il titolo della Roma Nuoto. In gioco c’è la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia. Per l’Ortigia, roster quasi al completo, fatta eccezione per Ciccio Cassia, che starà fuori per un po’ per un problema al menisco.

Il coach biancoverde, Stefano Piccardo, fa il punto della situazione sulla condizione dei suoi ragazzi il giorno prima della partenza per Roma: “Dopo queste prime sei settimane di lavoro posso dire che la squadra sta lavorando bene. Questa settimana si sono aggregati anche Francesco Condemi e Lorenzo Giribaldi. Purtroppo abbiamo fuori Cassia, che è indisponibile perché ha un problema al menisco e dovrà fare un piccolo intervento e credo non sarà utilizzabile per tutto il mese di ottobre. Per il resto il gruppo è al completo e sta lavorando con buoni ritmi e con dedizione”.

Piccardo, infine, presenta le due sfide di questo weekend: “La qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia sarà complicata come lo sono tutte le partite di inizio anno. Giochiamo contro Trieste che, secondo me, è una squadra che come valori si assesta al terzo posto. Poi incontriamo la Roma, una società tutta nuova, che ha tanto entusiasmo, ha un allenatore nuovo, ha fatto due acquisti come Viskovic e Mirarchi, quindi ritengo che non sarà una partita facile. Dal punto di vista tattico, in questa stagione dovremo cercare di migliorare l’idea di gioco dell’anno scorso. Noi per caratteristiche dovremo cercare di giocare sempre profondo e il più orizzontale possibile. Proveremo sicuramente ad adattarci a quelli che saranno lo stile dell’arbitraggio e lo stile di gioco che troveremo sia in Europa che nella stagione regolare di A1”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*