Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Politica & personaggi. Enzo Vinciullo, un ‘atleta’ dell’attività politica e della comunicazione  

Politica & personaggi. Enzo Vinciullo, un ‘atleta’ dell’attività politica e della comunicazione  

Il sistema elettorale italiano, o moderno che dir si voglia, si può definire democratico, libero da condizionamenti in teoria e sul piano del principio, dove il ruolo della comunicazione diventa un veicolo diretto con gli elettori, che a sua volta sono i cittadini, il popolo Sovrano. Ci sono uomini politici d’ogni specie: quelli che comprano i voti, quelli che appartengono alle lobby e quindi hanno dietro le spalle, i soldi e il potere, quelli che sono designati dai partiti e quelli fai da te. Nel nostro “brodo” siracusano abbiamo avuto, e abbiamo ancora, ogni profilo di quelli anzi descritti di tutto e di più, anzi proprio in questi giorno d’attualità la vicenda della mini-tornata elettorale per le regionali sulle sezioni di Rosolini e Pachino.

Nella buona sostanza, tutto è rimasto nella memoria collettiva, per i modi e i termini con cui operavano gli storici personaggi e rappresentanti del popolo siracusano.

Nella passata legislatura all’Ars è stato Enzo Vinciullo che ci ha deliziato, in verità più degli altri colleghi onorevoli, di notizie, interventi, formulazioni per tanti finanziamenti in favore del territorio siracusano; ma sono stati in molti che si sono disturbati di tanta attività legislativa in difesa del territorio. Vinciullo era presidente della Commissione Bilancio ed è stato, per la cronaca, il più attivo per la presenza in Aula e per interventi programmati per finanziamenti d’ogni genere e natura. Orbene. Oggi possiamo dire che quello che impera è il silenzio assordante; due modi di capire e fare politica, della tipica controparte antica tra popolo e casta. Ma in una democrazia moderna si deve includere tra i cittadini una porzione più ampia del popolo, dove i rappresentanti eletti devono avere un carattere deciso, competenza, e sapere attuare idonei programmi per lo sviluppo delle popolazioni che li ha eletti. E per non perdere il suo piglio politico che lo contraddistingue, Vinciullo ha comunicato la notizia che il Dipartimento regionale della Protezione Civile ha provveduto a liquidare al Genio Civile di Siracusa la somma di € 203.107,20 sul capitolo 516007 “Recupero e conservazione di edifici di culto e d’interesse storico, artistico e monumentale, con particolare riguardo al patrimonio barocco della Val di Noto”, a gravare sull’impegno n.86/2016, giusto D.D.G. n.652 del 23/06/2016 per il pagamento delle somme relative all’anticipazione dell’importo contrattuale dei lavori per la realizzazione dell’intervento denominato “Progetto per il consolidamento e restauro della Chiesa di S. Venera ad Avola danneggiata dal sisma del dicembre 1990”.

Vinciullo spiega come sia stato incardinato l’iter per giungere all’approvazione del progetto e al suo finanziamento, peraltro più volte concesso, tant’è vero che avevo presentato l’interrogazione parlamentare n. 536 dell’1/04/2009, fra l’altro oggetto di un duro confronto in Aula fra me e l’allora Assessore regionale della Protezione Civile, e l’interrogazione n.1284 dell’11/11/2013.

Ora, finalmente, la conclusione del procedimento con la liquidazione delle somme concernenti l’anticipazione dell’importo contrattuale, possibile, nella scorsa Legislatura, chiarisce Vinciullo, grazie al D.D.G. n. 652 del 23/06/2016 con il quale è stato approvato e finanziato il “Progetto per il consolidamento e restauro della Chiesa di S. Venera danneggiata dal sisma del dicembre 1990” sita in Avola (SR), e disposto l’impegno per la somma di € 1.500.000,00 al capitolo 516007.

Quello di Vinciullo è il principio enunciato dal credo politico per il modo in cui si possono attuare i programmi nel cercare di persuadere il popolo delle buone capacità. In una democrazia, dunque, la responsabilità ultima per le leggi o le politiche adottate risiedono nelle scelte dirette del rappresentante del popolo eletto, nel nome e per conto del popolo, oltre agli schemi culturali, nel tentativo di coinvolgere per mezzo delle informazioni più cittadini in battaglie politiche, sociali ed economiche.

Concetto Alota

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*