Home / Primo Piano / Serie D: continua la serie nera del Noto

Serie D: continua la serie nera del Noto

NOTO: Ferla, Sako, Peluso, Salese, D’Angelo, Gona, Rizza (dal 31′ Butera), Caci, Saani, Colasante (dal 20′ s.t. Calabrese), Rabbeni ( dal 25′ s.t. Leone).
All. Romano
In panchina: Paladino, Failla, Intelisano, Novello, Santuccio, Sgambato.
DUE TORRI: Ingrassia, Cassaro (dal 23′ s.t. Dali),  Acquaviva, Pitarresi, Tricamo, Cassese, Ciccirello, Provenzano, Puntorieri, Scaffidi (dal 40′ s.t. Duro), Scolaro ( dal 49′ s.t. Akrapovic). All.Venuto
In panchina: Paterniti, Gaglio, Galati, Ciccone, Traviglia, Savasta.
Arbitro: Vincenzo Adriano Catucci di Foggia. Assistente 1 Alessandro Roberto Bruno Assistente 2 Francesco Cortese, entrambi di Palermo.
Ammoniti: Sako e D’Angelo ( Noto ). Espulsi: Saani, Leone e Caci (Noto), Puntoreri (Due Torri). Gli ultimi due per somma di ammonizioni.
Nella domenica in cui il Noto segna il suo primo gol arriva la quarta sconfitta di fila, ancora sul campo di Palazzolo per l’ottava giornata di andata. Di fronte gli si oppone il team messinese del Due Torri, penultimo in classifica, con soli tre punti in più della squadra granata, e poteva esserci un unico obiettivo: la vittoria.
Partita, però, che inizia sottotono con gli ospiti al tiro in un paio di occasioni, senza richiedere l’intervento di Ferla, ma bravissimi ad approfittare del primo errore, un pallone perso a metà campo innesca Puntorieri che a tu per tu con il portiere netino, lo trafigge con poche difficoltà. Minuto 10 e Due Torri in vantaggio, ma la reazione è immediata e al 14′ ci sarebbe anche il pareggio al termine di una sgroppata sulla sinistra finita con preciso cross in area e tiro di Rabbeni alle spalle di Ingrassia. L’assistente numero 1, però, alza la bandierina, c’è infrazione, posizione irregolare, il gol non è valido. Nulla, però, si può dire sul preciso colpo di testa di Caci alla mezz’ora che significa 1-1. Un minuto dopo, però, prima, forzata, sostituzione, per Romano che fa entrare Butera al posto di capitan Rizza infortunato. Raggiunto il pari i granata salgono in cattedra, Saani e proprio il neo entrato Butera i più vivaci in prima linea, ma nonostante gli sforzi e qualche spunto si va all’intervallo sul risultato di parità. Terzo minuto e prima opportunità per gli ospiti Scaffidi tenta di sorprendere Ferla con un diagonale velenoso che il portiere granata respinge, la traiettoria è corta, il successivo tiro, però, finisce a lato. Al 15′ grande intervento di Ingrassia su conclusione ravvicinata di Butera, una grandissima opportunità per i padroni di casa che assaporano il vantaggio. Al 18′ tegola, peró, sulla testa dei netini, secondo giallo per Caci, e si resta in dieci uomini. Romano effettua la seconda sotituzione, al 20′ esce Colasante per Calabrese. Anche Venuto opera un cambio, fuori Cassaro dentro Dali al 23′. Terza ed ultima sostituzione nelle fila del Noto fuori Rabbeni dentro Leone al 25′. Doccia gelata, proprio alla mezz’ora, Scaffidi incredulo di cotanta solitudine in area si tuffa sul pallone e con la testa trafigge Ferla, è il nuovo vantaggio del Due Torri. Al 35′ si scaldano gli animi perchè resta a terra, nel cerchio del centrocampo Dali, il Noto non ferma l’azione e si scatenano le reazioni dei suoi compagni di squadra, il gioco resta ferma per un paio di minuti al termine dei quali fioccano i cartellini, a farne le spese Saani, espulsione diretta, e Puntoreri, secondo giallo. Noto in 9 e Due Torri in 10. Saltano tutti gli schemi, Venuto tira fuori Scaffidi per fare entrare Duro. Con coraggio il Noto, pur sapendo di rischiare il terzo, prova a venire coraggiosamente in avanti, D’Angelo, capitano dopo l’uscita di Rizza, lascia il reparto arretrato per dare una mano in avanti, facendo proprio il centravanti. Nove i minuti di recupero, dove c’è tempo per un’altra espulsione,sempre nel Noto, che finisce in otto.Brutta giornata per il signor Catucci non c’è che dire e verso cui puntano gli strali della dirigenza granata in sala stampa: “La nostra squadra è stata fortemente penalizzata dall’intera terna arbitrale – esordisce il vice Presidente Salvatore Guarino-. Una direzione di gara assolutamente scandalosa partendo dal gol annullato ingiustamente per finire alle espulsioni. Noi ci comportiamo dentro e fuori dal campo sempre con estrema correttezza ma purtroppo questi episodi di “protagonismo” ci stanno penalizzando troppo spesso, e sempre in casa. Inoltre non possiamo non evidenziare come il danno che questi signori ci hanno fatto oggi si rifletteranno, inevitabilmente, sul proseguo. Domenica prossima saremo fortemente rimaneggiati, quindi partita condizionata l’odierna e quella futura”. In sala stampa oltre a Guarino, anche l’altro vice Presidente, Bruno Zani, nessuno tra tecnico e calciatori si sono presentati: “La squadra pecca in qualche reparto, lo sappiamo dalle prime uscite ufficiali. Ma intervenire adesso non si può. Dobbiamo aspettare la riapertura del mercato e dunque cercare di limitare i danni fino a dicembre. Non mi era dispiaciuto oggi l’atteggiamento del gruppo, la
reazione al gol subito, è vero anche che i due gol del Due Torri sono frutto di errori. Su questi siamo certi che il tecnico lavorerà, dobbiamo dargli tempo. Io sono assolutamente convinto che con due, al massimo tre, innesti possiamo salvare la categoria”. Chiuso argomento si presenta l’allenatore del Due Torri, mister Venuto: “Ho temuto molto questa partita, perchè venivamo da un periodo piuttosto negativo. Ad analizzare la sfida non posso che dire che a condizionare tutta la sfida siano state le espulsioni. Però vi dico che ho visto un Noto battagliero e non mollerà”. Intanto per la quarta domenica di fila non resta che leccarsi le ferite con un ultimo posto, tre miseri punti in otto partite, a tre lunghezze Comprensorio Montalto, Nuova Gioiese ed Orlandina, con 7 punti troviamo il Sorrento, a 9 sale il Due Torri.
Emanuela Volcan

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*