Home / Se te lo fossi perso / Politica / Siracusa, approvato in mattinata il bilancio di previsione

Siracusa, approvato in mattinata il bilancio di previsione

Il bilancio di previsione 2014 e il pluriennale 2014-2016 sono stati approvati stamattina dal consiglio comunale, a termine di una maratona che si è conclusa alle 3,30. Il voto è stato ad ampissima maggioranza; alla stessa maniera sono passati anche l’immediata esecutività del provvedimento e gli equilibri di bilancio, visto che manca poco più di un mese alla chiusura dell’anno.

Salvo piccolissimi scostamenti, frutto delle 4 modifiche proposte dall’opposizione che hanno trovato il consenso dell’aula, ha retto l’impianto dell’Amministrazione corretto con il maxi emendamento votato ieri mattina e che portava la firma del presidente del consiglio comunale, Leone Sullo. Nel corso dei lavori notturni, è stata approvata una sola proposta, illustrata da Salvatore Castagnino, con la quale si spostano 1.000 euro dalle spese generali all’acquisto di materiale didattico. Su iniziativa di Fabio Rodante, è passata sotto forma di raccomandazione la proposta di trovare i fondi per il restauro dei locali di via Ramacca dove trasferire la circoscrizione Tiche.

Sono stati tutti respinti gli emendamenti di Simona Princiotta, molti dei quali sostenuti da Gaetano Firenze, sui quali si sono concentrati i lavori notturni, così come le proposte di Castagnino sono state oggetto di quasi tutte le votazione del pomeriggio e della serata. In questa fase dei lavori, Castagnino e Cetty Vinci erano riusciti a fare passare due modifiche: 5 mila euro per la realizzazione di una pensilina all’Istituto comprensivo “Archimede” e una somma uguale destinata alle associazioni che si occupano della lotta al cancro.

Quest’anno il bilancio di previsione è arrivato in aula corredato da un documento predisposto dal segretario generale, Danila Costa, con il quale, dopo un esame preliminare dei singoli emendamenti presentati, ha supportato l’attività del consiglio comunale, in qualità di garante della legalità, suggerendo la non ammissibilità degli emendamenti valutati illegittimi. Tale circostanza ha consentito al consiglio comunale di andare più speditamente nell’esame delle proposte di modifica. “È stato una argomento in più messo a disposizione dei consiglieri – spiega la dottoressa Costa –. Non era e non è stata una metodologia di lavoro volta ad eliminare a priori dal dibattito una parte degli emendamenti. La mia valutazione di legittimità, infatti, è stata sottoposta al consiglio comunale che poi, autonomamente, con una votazione ha deciso di non trattare gli argomenti che non avevano superato il giudizio del segretario generale. È chiaro che avrebbero potuto decidere diversamente e discutere tutti le proposte di modifica”.

IL SINDACO GAROZZO: “IMPORTANTI INTERVENTI NEL SETTORE SOCIALE”. Il sindaco, Giancarlo Garozzo, si dice soddisfatto della conclusione dei lavori del consiglio comunale sul bilancio di previsione 2014.  “Questo strumento finanziario – afferma il sindaco Garozzo – è il primo che porta per intero l’impronta della nostra Amministrazione e gli elementi novità, data la situazione finanziaria complessiva del Paese, sono evidenti. A partire dalla spesa sociale, che pesa nel nostro bilancio per 24,8 milioni, con un incremento di 600 mila euro rispetto al 2013 e di 1,1 milioni sul 2012. Evidenzio questo dato perché proprio sui temi sociali, non senza demagogia, si sono concentrati la quasi totalità degli emendamenti respinti. Nessuna Amministrazione, da molti anni a questa parte, ha fatto tanto e per noi è un punto di orgoglio. Quello della Politiche sociali è il settore che ha avuto il maggior incremento di risorse. Qualche esempio? Centomila euro per la refezione scolastica, 180 mila per i buoni libro, assenti da anni, altrettanti per confermare gli aiuti alle start-up dello scorso anno. “Molti emendamenti presentati – prosegue il sindaco Garozzo – hanno rasentato il ridicolo, sia perché erano privi di copertura finanziaria sia perché erano di importi talmente bassi da essere di insignificante impatto politico. È chiaro che avevano un obiettivo diverso: rallentare i lavori d’aula. Puntavano a innervosire la maggioranza, che invece è rimasta compatta sulla proposta dell’Amministrazione”.

L’ASSESSORE SCROFANI. “CERTEZZA DEGLI INVESTIMENTI”. “Sono soddisfatto per la maratona notturna che ci ha permesso di approvare e rendere immediatamente esecutivi i bilanci. Finalmente la città si dota dello strumento finanziario, atto fondamentale per la certezza degli investimenti: questo darà una connotazione chiara e netta all’Amministrazione Garozzo. Un ringraziamento, infine alla maggioranza che ci ha sostenuto durante i lavori d’aula, ai dirigenti e agli uffici che hanno permesso un rapido e regolare svolgimento della seduta”. Lo dichiara l’assessore al Bilancio, Gianluca Scrofani che aggiunge: “Accenderemo subito i mutui per la realizzazione delle infrastrutture programmate, dal recupero dell’immobile di via Grottasanta alla bretella per il viadotto Targia, alle manutenzioni stradali per le quali abbiamo stanziato, fatto assolutamente nuovo rispetto al recente passato, 2 milioni di euro. Inoltre, i fondi Jessica ci permetteranno di illuminare zone periferiche mai servite e le aree balneari. Con gli stessi fondi, potenzieremo con 4 nuovi mezzi la flotta dei bus navetta. Il maxiemendamento – conclude l’assessore Scrofani – è stato inoltre utile per coprire 1,2 milioni i tagli nei trasferimenti dello Stato, 800 mila euro dei quali coperti con la premialità per la raccolta differenziata dei rifiuti”.

 

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*