Home / Se te lo fossi perso / Politica / Siracusa, gli albergatori chiedono iniziative per invogliare il turismo

Siracusa, gli albergatori chiedono iniziative per invogliare il turismo

Iniziative per invogliare i turisti a venire a Siracusa. In questi termini si legge la missiva che il presidente di Noi Albergatori, Giuseppe Rosano, ha inviato agli operatori del settore. Si tratta di una sorta di augurio per una ripartenza sicura e proficua per un settore quale quello alberghiero che più di tutti ha subito il contraccolpo dell’emergenza sanitaria.

Da stamattina riaprono le attività alberghiere e, più in generale, ricettive del territorio e si ricomincia dalle macerie lasciate da questi due mesi di crisi epidemiologica che rischia di ripercuotersi anche nell’alta stagione, solitamente propizia e proficua.

“Quello che conta – ha scritto ancora Rosano agli albergatori di Siracusa – è ricominciare a produrre, ad accogliere i turisti e a dare lavoro ai nostri collaboratori. E’ insomma giunta l’ora di rimboccarsi le maniche e di reagire al danno economico causato dal Covid-19. Non tanto per generare ricchezza ma almeno per provare a restare a galla in attesa di tempi migliori. Oggi più che mai è infatti necessario superare il senso d’isolamento e di smarrimento prodotto dalla pandemia e focalizzare l’attenzione su idee e progetti da realizzare”.

Il presidente degli albergatori siracusani ha anche anticipato che “con i componenti del Comparto Siracusa Turismo sta lavorando per ripresentarci sul mercato alla conquista di turisti che però, senza garanzie su sicurezza e tutela della salute, non si godranno una vacanza in tranquillità”.

L’associazione sta spingendo il presidente della Regione, Nello Musumeci, sulle iniziative da mettere in campo per invogliare i turisti a recarsi in Sicilia. Ma per adesso dovremo fare da soli. Poi un messaggio conclusivo ai titolari di alberghi affinché insieme con il Comparto turistico siracusano si riesca a contribuire ad accrescere il Pil e quindi l’economia siracusana.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*