Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Siracusa, la droga dietro il tentato omicidio di Bosco Minniti

Siracusa, la droga dietro il tentato omicidio di Bosco Minniti

Ha un volto e un nome il presunto autore del ferimento a colpi di pistola di un ventinovenne siracusano. A distanza di due settimane dal fatto di sangue, i poliziotti della squadra mobile della Questura di Siracusa hanno eseguito questa mattina un fermo d’indiziato di delitto a carico di Adriano Caruso di 24 anni, residente a Siracusa, già noto alle forze di Polizia. Il provvedimento restrittivo è stato emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa, che sta coordinando le indagini.

Caruso è ritenuto responsabile del reato di tentato omicidio avvenuto a Siracusa il 6 settembre scorso. In quella circostanza, venne ferito all’addome con un colpo di pistola un ventinovenne. L’episodio si consumò la mattina intorno alle ore 11.30 in via Alessandro Specchi a pochi passi dalla chiesa di Bosco Minniti. La vittima in sella ad uno scooter, fu attinta all’addome, mentre il feritore è riuscito a dileguarsi. Benché ferito, l’uomo si è diretto in ospedale a bordo del suo ciclomotore.

Alla base del ferimento vi sarebbero motivi legati alla droga. In particolare, la vittima non avrebbe corrisposto la somma derivata da una fornitura di sostanze stupefacenti.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*