Home / Appuntamenti / Siracusa, la Fildis premia le donne abili in enogastronomia

Siracusa, la Fildis premia le donne abili in enogastronomia

Coniugare ‘cultura’ e ‘territorio’, promuovere e valorizzare il talento femminile, incoraggiando l’iniziativa, la creatività e l’imprenditorialità delle donne sia nell’idea d’impresa, che nella capacità d’immettersi sul mercato con apprezzabili sistemi innovativi: sono queste le motivazioni che hanno spinto la Fildis a istituire nel 2011 il Premio dedicato a donne che si distinguono in tutti i campi, da quello dell’impresa a quello della letteratura, dalla scienza all’innovazione. In questa occasione, abbiamo voluto premiare le ‘nostre donne’ in collaborazione con l’AIDDA, Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti d’Azienda, che rappresenta di certo un sicuro punto di riferimento per tutte le donne che rivestono ruoli professionali di responsabilità nelle imprese italiane.

Quest’anno il premio sarà riservato alle donne che si sono distinte nel campo della valorizzazione delle tipicità enogastronomiche del territorio, sebbene con percorsi e specificità diversi.  “Si tratta – spiega Maria Vittoria Fagotto Berlinghieri, Presidente della sezione Fildis di Siracusa – di professionalità che si spendono per la qualità e la tipicità dei prodotti legati al territorio e alla difesa della biodiversità e che operano in modo incisivo e originale per competere sui mercati nazionali e internazionali. Il premio s’inserisce nel solco di una consolidata linea di azione che risale al mio primo mandato di presidenza con la volontà di rendere più efficace l’applicazione del mainstreaming di ‘genere’ in tutti gli ambiti, dalla Pubblica Amministrazione alle attività di cooperazione allo sviluppo, ai progetti anche strettamente culturali”.

Il premio, che sarà conferito nella serata del 26 settembre presso Palazzo Bellomo, all’interno dell’evento Limoniculture organizzato dal Consorzio di Tutela del Limone di Siracusa IGP, intende promuovere la cultura del territorio rurale italiano, in particolare siciliano. “E’ la risultante del processo che nel tempo ha permesso di valorizzare quello che appartiene alla storia, alla cultura, al paesaggio, alle attività economiche tradizionali e alla qualità dei prodotti attraverso anche un grosso contributo al femminile – commenta Maria Vittoria Fagotto Berlinghieri. Ritengo che la prontezza con cui queste donne hanno saputo trasformare ruoli e saperi tradizionali in impresa e in cultura costituisca una grande risorsa d’inventiva e di tenacia, che, con eccezionale tempismo, incrocia la risposta dell’agricoltura con i nuovi bisogni della società: salute, benessere, ambiente, territorio”. Quattro le esponenti femminili che verranno premiate, che si sono distinte per creatività, capacità manageriale e efficacia nella comunicazione nel campo delle eccellenze enogastronomiche del territorio.

 “Donne” e “Professionalità” sarà dunque il binomio al centro dell’evento. “Esso costituisce una parte strutturale indispensabile di tutta la società. La civiltà occidentale, infatti, – conclude Maria Vittoria Fagotto Berlinghieri – ha teoricamente assimilato quasi del tutto la questione femminile; tuttavia in vari contesti della società persistono ancora forti problematiche legate a questo tema su cui la FILDIS insieme alla University Woman of Europe e all’Iinternational Federation University Woman si batte a livello europeo e internazionale”.

            Durante la serata della premiazione la Galleria Regionale di Palazzo Bellomo osserverà un orario straordinario di apertura grazie al sostegno del Consorzio di Tutela del Limone di Siracusa IGP e sarà pertanto aperta alle visite dalle 19 alle 23 con la possibilità di acquistare il biglietto a metà prezzo. Le stesse condizioni saranno applicate anche a giovedì 25 settembre.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube