Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Siracusa, lotta senza quartiere all’abusivismo

Siracusa, lotta senza quartiere all’abusivismo

Si è tenuta questa mattina, nella sede del comando di Polizia municipale in via Molo, la programmata e preannunciata riunione per contrastare il fenomeno dell’abusivismo nella nostra città. All’incontro voluto dall’assessore al Bilancio, Gianluca Scrofani, hanno partecipato anche gli assessori alle Attività produttive, Teresa Gasbarro, l’assessore alla Polizia municipale, Antonio Grasso e il comandante della polizia municipale, Salvatore Correnti.

La complessità della questione “abusivismo” è stata analizzata grazie anche all’apporto e al supporto dei dirigenti e funzionari dei tre settori, che hanno partecipato all’incontro, dando ognuno per la parte di competenza, i riferimenti necessari per mettere in campo sin da subito gli interventi più decisi ed energici, con un cronoprogramma chiaro.

Dopo un’attenta analisi, è stato deciso di attuare sin dalle prossime ore due interventi, che vogliono dare un immediato significato alla riunione odierna, che riguardano: la vendita abusiva, messa in atto da extracomunitari senza opportuna licenza in via Largo 25 luglio. Nella centralissima zona, sarà posto sin dalle prossime ore un presidio fisso per evitare lo stazionamento e dove se ne presentassero le modalità, si provvederà anche al sequestro della merce.

Dopo aver verificato il proliferare di affissioni selvagge sui muri, pali dell’illuminazione e cassonetti di locandine adesive, che pubblicizzano eventi, avvisi di affittasi e vendesi e necrologi, si è convenuto di mettere un freno al fenomeno, richiamando le varie agenzie, che veicolano i loro annunci senza il dovuto pagamento delle imposte comunali e senza l’osservanza degli spazi a loro destinati. Sugli avvisi di vendesi o affittasi, si aggiunge l’obbligo di riportare l’indice di prestazione energetica (ipe) e che gli stessi vengono posti su ringhiere e cancelli contrariamente alla normativa.

Nel rispetto delle più elementari norme del decoro, da oggi si devono rispettare le regole, attraverso il rilascio delle autorizzazioni, che saranno rilasciate dagli uffici competenti.

“Bisogna riportare ordine e decoro in questa città – ha detto l’assore Gianluca Scrofani – migliorando la collaborazione con i privati, ma saranno avviate tutte le procedure necessarie per ostacolare queste infrazioni e ove necessario l’amministrazione si adopererà a rimuovere a danno gli annunci non autorizzati” .

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*