Google+

Siracusa, pronto il bando servizio igiene urbana

“Abbiamo presentato questa mattina il nuovo capitolato del servizio di igiene urbana che avrà una durata di sette anni. Il progetto di gara introduce degli elementi di novità nati dall’esperienza maturata negli ultimi due anni e dal confronto, talvolta serrato, con la città. Diverse le novità previste nel nuovo capitolato. Innanzitutto, la previsione espressa della diffusione sull’intero territorio del sistema di raccolta differenziata porta a porta e di una raccolta dedicata per i tessili sanitari (pannoloni e pannolini). Abbiamo previsto nel servizio base l’obbligo di fornire il servizio di raccolta della frazione differenziata con le c.d. isole ecologiche mobili con il sistema di pesatura che consenta di accedere alla premialità. Abbiamo deciso di escludere dal capitolato del servizio di igiene urbana, il servizio di estirpazione sfalcio e diserbo presso le strade, marciapiedi, parcheggi, aree pubbliche e/o private soggette ad uso pubblico. Pensiamo che la progettazione di una gara specifica possa finalmente eliminare un problema che nell’ambito del servizio di igiene urbana ha sempre creato disservizi e proteste dei cittadini. Un’altra novità è l’esclusione dal nuovo capitolato del servizio di spazzamento e pulizia all’interno del cimitero. Vogliamo ridare dignità ad un luogo sacro e faremo un progetto ed una gara solo per questo servizio.”

Lo ha detto il sindaco Francesco Italia in conferenza stampa per la presentazione del servizio di Igiene Urbana.

Dopo il sindaco, è intervenuto l’assessore Coppa che ha detto:

Il Dirigente del Settore Ambiente Arch. Gaetano Brex ha adottato la determina a contrarre per avviare il procedimento di espletamento della gara. La determina e gli allegati sono stati trasmessi all’ UREGA per l’approvazione e successivamente verrà avviata la procedura aperta per l’aggiudicazione del servizio. È verosimile che il termine per la presentazione delle offerte sarà fissato per il mese di ottobre 2019. L’importo del servizio è € 118.285.185,41 (IVA esclusa) per sette anni ridotto del ribasso offerto dall’aggiudicatario. Il corrispettivo annuo sarà di € 16.897.883,63 (IVA esclusa), ridotto del ribasso offerto dall’aggiudicatario. Il nuovo capitolato prevede uno scadenzario di avvio dei servizi e di raggiungimento degli obiettivi (progressivamente 40 %, 50 e 65 % di raccolta differenziata) che serve ad evitare condotte ambigue del soggetto aggiudicatario. Sono state previste delle clausole risolutive espresse individuate sulla base dell’esperienza maturata nel corso di questi anni e sono dirette a responsabilizzare l’aggiudicatario. Ad esempio, è stata prevista la clausola risolutiva espressa per il mancato pagamento della retribuzione, anche per un solo mese, dei dipendenti. È stata prevista una clausola risolutiva espressa per il mancato avvio dei servizi delle isole ecologiche mobili. Altro elemento di novità è la previsione di servizi aggiuntivi per le utenze non domestiche delle c.de marine nel periodo dal 25 aprile al 31 ottobre. È stata ampliato in termini temporali il servizio di pulizia e raccolta delle spiagge, ovvero l’avvio è stato anticipato al 25 aprile e la chiusura al 31 ottobre. In sintesi, un capitolato a misura di città che speriamo possa dare le giuste risposte alle esigenze raccolte nel corso degli incontri con la cittadinanza negli ultimi due anni. Alcuni servizi hanno un costo maggiore rispetto al capitolato precedente, ma il costo complessivo (€ 118.285.185,41 IVA esclusa) del servizio sarà inferiore a quello della precedente (127.909.707,03 IVA esclusa) gara settennale.”

In allegato sintesi della relazione tecnica.

Importo e durata dell’appalto

Il valore complessivo posto a base d’asta per i servizi descritti nel presente capitolato per i sette anni di durata dell’appalto è pari a € 118.285.185,41 (IVA esclusa), di cui € 91.577,54 per costi scaturenti dalla valutazione dei rischi interferenziali non soggetti a ribasso d’asta.

Il corrispettivo che verrà riconosciuto al soggetto aggiudicatario sarà ridotto del ribasso offerto in sede di gara.

Il corrispettivo annuo sarà di € 16.897.883,63 (IVA esclusa), ridotto del ribasso offerto.

Il servizio sarà aggiudicato al concorrente che avrà proposto l’offerta economicamente più vantaggiosa, tenendo conto del conseguimento degli obiettivi ambientali previsti dal Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei Comuni, con l’inserimento di apposite clausole contenute nei Criteri Ambientali Minimi adottati.

Il bando prevede anche la clausola sociale per garantire continuità lavorativa al personale impegnato con l’attuale società.

Con il nuovo bando, ccosì come previsto nel piano di intervento l’amministrazione comunale conferma la volontà politica di mantenere il servizio domiciliare di raccolta differenziata “porta a porta”.

Vengono mantenuti gli obiettivi previsti nel piano di intervento che devono essere raggiunti con il nuovo affidamento:

  • aumentare la raccolta differenziata dei rifiuti fino a raggiungere una percentuale superiore al 65 %;
  • ridurre progressivamente lo smaltimento dei rifiuti urbani biodegradabili in discarica per arrivare a smaltire meno di 85 kg per ogni abitante equivalente all’anno;
  • riorganizzare la raccolta dei rifiuti residuali utilizzando modalità operative omogenee su tutto il territorio comunale;
  • migliorare l’efficacia della pulizia delle strade che dovrebbe essere facilitata dall’eliminazione dei contenitori stradali.

È stata prevista la raccolta domiciliare “porta a porta” per tutto il territorio comunale distinguendo il centro storico (Ortigia e zona umbertina) con frequenze di raccolta dedicate.

È stata anche prevista una differenziazione delle frequenze stagionale con aumento nelle zone marine dal 25 aprile al 31 ottobre.

È stata confermata l’apertura minima dei CCR di 72 ore settimanali oltre alla fornitura di n° 5 postazioni mobili, dotate di sistema di pesatura e collegamento al sistema informatico TARI.

I soggetti partecipanti alla gara devono formulare, con apposita relazione tecnico-illustrativa, allegata all’offerta tecnica, un proprio Piano operativo contenente tra l’altro:

  • obiettivi annuali di raccolta differenziata, a partire dal 2° anno, uguali o superiori al 65% che saranno anch’essi oggetto di valutazione da parte dell’Ente;
  • obiettivi finali ed intermedi (annuali) relativi a riduzione delle quantità di rifiuti da smaltire e riduzione degli impatti ambientali della gestione dei rifiuti coerenti o migliorativi rispetti a quelli riportati nel CSA;
  • azioni specifiche per incrementare la raccolta differenziata presso le grandi utenze (carcere, ospedale, strutture sanitarie, tribunale, istituti scolastici, altro);
  • servizi di raccolta differenziata dei rifiuti prodotti nel corso di eventi (anche nella giornata di domenica) prevedendo specifiche linee guida;
  • modalità per la diffusione del compostaggio domestico e/o di comunità e per migliorarne l’efficacia;
  • modalità di promozione del riutilizzo di beni usati, del miglioramento della qualità della raccolta differenziata e del riciclaggio dei rifiuti;
  • individuazione di luoghi e modalità per il supporto al comune di Siracusa per l’implementazione di infrastrutture finalizzate alle attività di riutilizzo dei beni (Centri del riuso);
  • modalità di esecuzione dei servizi di pulizia e lavaggio del suolo pubblico, strade e dei marciapiedi (con particolare attenzione agli edifici comunali e monumentali) diversificati e con frequenze variabili in funzioni delle caratteristiche viabilistiche e del grado di frequentazione delle singole vie attraverso tecniche, mezzi e attrezzature all’avanguardia per massimizzare l’efficacia e l’efficienza del servizio e nel contempo ridurre i disagi e l’impatto ambientale (es. lance d’acqua);
  • incremento dei km minimi (100 km) previsti per il trasporto dei rifiuti alle destinazioni di trattamento e smaltimento;
  • ulteriore incremento del numero di cestini in città e la relativa omogeneizzazione sperimentando l’utilizzo di cestini per la raccolta differenziata a partire da tutte le aree verdi cittadine;
  • maggiore dotazione di posaceneri anche attraverso una convenzione con le Associazioni dei commercianti;
  • supporto tecnico nella fase di redazione di un nuovo regolamento comunale di igiene urbana;
  • attivazione di raccolte su chiamata dei tessili sanitari (pannolini e pannoloni);
  • programmazione di azioni di prevenzione contro l’abbandono dei rifiuti e interventi di rimozione dei rifiuti.
  • fornitura di tutte le attrezzature (contenitori, mezzi, sistema informativo e centrale operativa) per permettere all’Amministrazione l’attivazione della TARIFFAZIONE PUNTUALE

È facoltà del concorrente presentare varianti migliorative al progetto posto a base di gara rispetto a:

  • eventuali variazioni all’organizzazione logistica del servizio (esempio giorni ed orari di raccolta);
  • miglioramento delle modalità di spazzamento manuale e meccanizzato;
  • servizi aggiuntivi di raccolta differenziata volti a diversificare ulteriormente i flussi di rifiuti;
  • utilizzo di veicoli a basso impatto ambientale (non inferiore a euro 6);
  • campagna di comunicazione e sensibilizzazione ambientale;
  • incremento della distanza minima (100 km) già ricompresa nel canone per il trasporto agli impianti di trattamento;
  • incremento di frequenze delle varie raccolte con l’eccezione della raccolta del residuo delle utenze domestiche e non domestiche poiché l’amministrazione comunale ritiene strategico non rendere troppo frequente la raccolta dei rifiuti non differenziati;
  • un incrementato del numero di cestini in città rispetto al numero minimo previsto (1.400) e l’eventuale sperimentazione dell’utilizzo di cestini per la raccolta differenziata a partire da tutte le aree verdi cittadine;
  • sistemi di monitoraggio e interazione con l’Amministrazione comunale;
  • tipologia delle attrezzature.

Al fine di assicurare la salvaguardia dell’occupazione e delle professionalità maturate nella esecuzione dei servizi condotti dalla precedente gestione il concorrente dovrà rispettare la disciplina delle clausole sociali.

Tra gli obiettivi minimi sono state previste le seguenti frequenze di raccolta:

TIPOLOGIA UTENZE DOMESTICHE UTENZE NON DOMESTICHE
Secco residuo

Indifferenziato

Raccolta domiciliare con il sistema “porta a porta” con esposizione di sacchetti semitrasparenti all’interno di mastelli da 30-40 litri.

Frequenza di raccolta: 1/7

Raccolta tramite contenitori dedicati alle utenze non domestiche ed in via prioritaria posizionati nelle aree di pertinenza delle medesime.

Frequenza di raccolta: 2/7

Organico

Umido

Raccolta domiciliare con il sistema “porta a porta” e conferimento dei sacchetti biodegradabili da 12/13 litri in mastelli da 30-40 litri. Tutte le utenze saranno dotate di cestello areato sottolavello da 10 litri per la gestione domestica del rifiuto organico.

Frequenza di raccolta: 3/7

La raccolta non è prevista per tutte le utenze che aderiranno al compostaggio.

Raccolta con il sistema “porta a porta” presso le utenze non domestiche prescelte: all’interno dei locali verranno utilizzati contenitori a norma HACCP ed il conferimento avverrà in bidoni da 240 litri in via prioritaria posizionati nelle aree di pertinenza delle medesime utenze.

Frequenza di raccolta: 6/7

Frequ. 7/7 Ortigia e zona Umbertina, UnD zone balneari periodo estivo

(25 aprile – 31 ottobre)

Carta – Cartone e poliaccoppiati a base cellulosica Raccolta domiciliare con il sistema “porta a porta” con conferimento all’interno di mastelli da 30-40 litri

Frequenza di raccolta: 1/7

Raccolta domiciliare con il sistema “porta a porta” con bidoni posizionati nelle aree di pertinenza delle utenze

Frequenza di raccolta: 6/7

Imballaggi in Vetro Raccolta domiciliare con il sistema “porta a porta” con conferimento all’interno di mastelli da 30-40 litri

Frequenza di raccolta: 1/7

Raccolta domiciliare mediante il conferimento in bidoni da 240 litri

Frequenza di raccolta: 3/7

Imballaggi in Plastica e Lattine

(mulimateriale leggero)

Raccolta domiciliare con il sistema “porta a porta” con conferimento all’interno di mastelli da 30-40 litri

Frequenza di raccolta: 2/7

Raccolta domiciliare con il sistema “porta a porta” con bidoni posizionati nelle aree di pertinenza delle utenze

Frequenza di raccolta: 3/7

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*