Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Siracusa, si ripristina il servizio di traghettamento a remi

Siracusa, si ripristina il servizio di traghettamento a remi

Il Consiglio comunale ha approvato l’atto d’indirizzo con il quale viene ripristinato il servizio di traghettamento a remi da Ortigia alla Borgata santa Lucia. Il provvedimento è stato adottato in accoglimento della proposta avanzata dal consigliere comunale Massimo Milazzo. “Con il servizio di traghettamento rigorosamente a remi e tramite i caratteristici gozzi siracusani tra lo sbarcadero Santa Lucia e riva della Posta, Siracusa si riappropria di una fetta della sua storia e del suo folklore incentivando al contempo il turismo, l’occupazione e i trasporti – dice Milazzo – Il servizio dei barcaioli a remi tra la borgata Santa Lucia e l’isola di Ortigia deve essere svolto di continuo nelle ore diurne ed anche in quelle serali durante la stagione turistica primaverile/estiva. Appare manifesto il fascino per siracusani e turisti di spostarsi da una sponda all’altra del porto piccolo al chiarore di una lampara nelle sere della primavera e dell’estate.

Il ripristino dell’attività dei barcaioli a remi tra la Borgata ed Ortigia, del quale tanti siracusani ricordano con affetto e nostalgia l’estrema utilità, presenta i seguenti vantaggi: agevola, in maniera ecocompatibile, i movimenti di tutti coloro che dal resto della città vogliono raggiungere Ortigia o viceversa, alleggerendo il traffico veicolare e l’autotrasporto pubblico; aiuta i commercianti di Ortigia ed in particolare i tanti ambulanti del mercato di via De Benedictis, che spesso soffrono una penuria di clienti legata alle difficoltà di raggiungimento dell’isola e di parcheggio; incrementa l’offerta turistica della città, fornendo ai visitatori uno strumento facile ed affascinante per recarsi alla borgata Santa Lucia e conoscere un quartiere bellissimo; sviluppa, in un momento di gravissima emergenza economica, l’occupazione, creando nuovi posti di lavoro sia legati al diretto esercizio dell’attività di barcaioli sia legati all’indotto che ne consegue.

Alla luce di quanto innanzi evidenziato, convocato il Consiglio Comunale su tale atto di indirizzo,si rivolge formale indirizzo all’Amministrazione Comunale affinchè, anche avvalendosi dei proventi dell’imposta di soggiorno, deliberi di: destinare una sovvenzione annua in favore degli esercenti, privati o persone giuridiche, il servizio di barcaioli a remi tra lo sbarcadero Santa Lucia e la riva della Posta; subordinare la concessione della sovvenzione annua alla previa dimostrazione dell’espletamento del servizio per almeno 300 giorni nell’anno solare; procedere a regolamentare gli orari ed il costo del servizio per l’utenza, le zone di attracco, i   requisiti che barcaioli ed imbarcazioni devono possedere.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*