Home / Se te lo fossi perso / Cronaca / Siracusa. Solidarietà all’Avvocato Coletta Dinaro dall’Ordine degli Avvocati
Toghe di magistrati appese in un ufficio del Tribunale di Roma in una immagine di archivio. ANSA / ALESSANDRO BIANCHI

Siracusa. Solidarietà all’Avvocato Coletta Dinaro dall’Ordine degli Avvocati

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Siracusa esprime la propria vicinanza e la propria profonda solidarietà all’Avvocato Coletta Dinaro, stimata ed apprezzata Collega del foro di Siracusa, rimasta vittima di una grave aggressione all’interno del proprio studio professionale nell’esercizio delle proprie funzioni. Manifesta il proprio apprezzamento per il tempestivo intervento delle competenti Autorità, evidenziando la propria preoccupazione per i sempre più frequenti episodi violenti ed intimidatori verificatisi di recente a danno degli Avvocati per fatti afferenti l’esercizio della professione. L’aggressione subita dalla Collega da parte di un proprio assistito, peraltro all’interno del proprio studio, rappresenta l’emblema di un modo distorto di percepire il delicato ruolo che ogni giorno noi Avvocati siamo chiamati a svolgere, ed in relazione al quale sarebbe auspicabile un impegno comune dell’Avvocatura e delle Istituzioni volto alla sensibilizzazione sul ruolo sociale dell’Avvocato, e volto a garantire l’incolumità personale dei professionisti che operano nel settore giustizia, affinché lo svolgimento della professione possa svolgersi con la massima sicurezza e serenità.

“Esprimo a nome del Comitato per le Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati della provincia di Siracusa e mio personale – commenta l’ Avvocato  Ada Salibra Presidente del Comitato Pari Opportunita degli Avvocati di Siracusa – la più ampia e sincera solidarietà alla collega avvocato Coletta Dinaro, vittima dell’ ennesimo ignobile atto di violenza che ha colpito con lei tutte le donne e tutti gli Avvocati. Il Cpo condanna ogni forma di violenza tanto più se rivolta a chi, nell’espletamento del proprio lavoro, diventa – suo malgrado – bersaglio di inaccettabile brutalità. Non chiamiamolo raptus: si tratta, ancora una volta, di un gesto calcolato da una mente tanto lucida da ricollegarlo, anche se in maniera distorta e criminale, ad una situazione reale “

 

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*