Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Siracusa, Sorbello:“Ancora code in autostrada: sindaco intervieni”

Siracusa, Sorbello:“Ancora code in autostrada: sindaco intervieni”

Non è bastata la rimozione di alcuni intralci, per evitare il nuovo ingorgo sull’autostrada Siracusa-Cassibile. A lamentarsene sono le migliaia di automobilisti rimasti imbottigliati nelle strettoie e quindi nelle lunghe code che si sono formate all’altezza di alcuni cantieri. “L’ennesima domenica con esasperante coda chilometrica nel tratto di autostrada tra Siracusa ed Avola, in direzione Rosolini – afferma il consigliere comunale di Art. 4, Salvo Sorbello -.  è veramente incredibile come si possa accettare in silenzio una situazione così paradossale, con lavori effettuati nei momenti meno opportuni e conseguenti, notevolissimi disagi. E’ proprio grazie a scelte così poco accorte che cresce in maniera esponenziale la sfiducia nella politica, alla quale non vengono chiesti miracoli ma soltanto un po’ di buonsenso. proprio quello che continua a mancare in occasioni come queste”.
Sorbello ha,quindi,chiesto ancora una volta al Sindaco di Siracusa, nel cui territorio vengono effettuati questi lavori e sono installate barriere dalla dubbia utilità, “di intervenire con forza per tutelare la dignità e la sicurezza delle persone”.

INIZIANO OGGI I LAVORI DI DISERBO SULLA SIRACUSA-ROSOLINI. Iniziano oggi i lavori di diserbo dei margini e delle aiuole spartitraffico della Siracusa-Rosolini. “Dopo una lunghissima ed insopportabile interlocuzione con l’Azienda Foreste ed il Consorzio per le Autostrade Siciliane – afferma l’on. Vinciullo – sono state trovate le opportune soluzioni che consentiranno l’inizio dei lavori per la messa in sicurezza dei margini e dello spartitraffico. Saranno gli uomini della Forestale della provincia di Siracusa a realizzare i lavori di diserbo. Ora, attendiamo il mantenimento dell’ultimo impegno, l’apertura dei due varchi della barriera di Cassibile, anche se rimane l’obiettivo di mandare a casa i dirigente del CAS che si sono, ancora una volta, dimostrati inadeguati al ruolo loro assegnato”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube