Google+

Il Corteo Barocco di Noto per la candidatura a Capitale della Cultura 2020

E’ stata ufficialmente presentata a Noto la candidatura unitaria di ben 8 Comuni del Val di Noto a Capitale della Cultura 2020; e come annunciato dopo questo primo momento ci sarebbero stati degli incontri nelle città coinvolte(sino alla scadenza di metà novembre quando delle oltre 40 candidate ne resteranno soltanto 10). Primo step a Militello Val di Catania sabato scorso in occasione della consegna del restaurato monastero dei Benedettini alla presenza dei Sindaci e delle Autorità politiche e cittadine. A partecipare alla giornata anche il Corteo Barocco di Noto che nel pomeriggio, con 35 dei suoi figuranti, hanno catalizzare l’attenzione per le vie del centro: “E’ stata un’altra occasione importante per rafforzare il legame con tanti centri che ci vedono impegnati nel tramandare tradizioni e cultura – ha commentato il presidente del Corteo Barocco, Corrado Di Lorenzo-, ma, nel caso specifico, a testimoniare la nostra presenza per un evento che vedrà protagonisti otto Comuni del Val di Noto per la candidatura a Capitale della Cultura 2020. Anche noi stiamo perorando questo progetto ed è già un bel successo essere riusciti a mettere insieme otto Comuni tra cui l’ottava città metropolitana d’Italia come Catania e grossi centri come Siracusa e Caltagirone”. Il presidente Di Lorenzo ha ricevuto sul palco una targa ricordo, da parte del sindaco di Militello, Giovanni Burtone: “Ho il piacere di consegnare questa targa perché dopo aver ricevuto e accolto il sindaco Corrado Bonfanti c’è stato questo seguito con il Corteo Barocco di Noto che ha arricchito la manifestazione con splendide performance e abiti d’epoca davvero suggestivi. Tutto nel segno del Val di Noto e di una storia che dobbiamo continuamente richiamare affinché il nostro barocco continui a vivere e diventi sempre più occasione di sviluppo. Dunque sarà fondamentale lavorare in sinergia con le altre comunità, proponendo appunto il Val Di Noto Capitale della Cultura 2020: è un progetto ambizioso ma lavorando in sinergia è possibile realizzare questa unità territoriale, affinché questa proposta forte, attraverso le nostre bellezze, vada a buon fine”. Corrado Di Lorenzo ha poi brevemente spiegato l’attività del Corteo Barocco, che conta oltre 250 figuranti, durante l’anno (ultima in ordine di tempoa la rappresentazione a San Cono in occasione della Sagra del Ficodindia), e le manifestazioni clou che si svolgono in primavera a Noto: il Gran Palio dei Tre Valli di Sicilia in aprile (un excursus storico che va dal 1100 al 1800 con 18-20 gruppi sempre protagonisti) e la terza domenica di maggio in occasione dell’Infiorata con il Corteo storico e la rappresentazione di uno spaccato di vita del 1700.
Nella foto il Sindaco di Militello Giovanni Burtone e il Presidente del Corteo Barocco di Noto Corrado Di Lorenzo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*