Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Augusta, lotta al cyberbullismo: studenti e Unitre insieme

Augusta, lotta al cyberbullismo: studenti e Unitre insieme

Studenti di scuole superiori e adulti dell’Unitre insieme per conoscere gli effetti di Internet sulla società. Al via il progetto-concorso Unitre sezione di Augusta presieduto da Giuseppe Caramagno, che vede la partecipazione degli studenti degli istituti di istruzione superiore della città, il Liceo “Megara” e l’Istituto “A. Ruiz”. Il primo incontro a tavola rotonda previsto dal bando di concorso si è svolto nei giorni scorsi all’aula magna del Ruiz. Nel corso della serata, la responsabile del progetto Anna Daniele, ha illustrato la struttura del bando ai presenti, sottolineando il fondamentale partneriato con la raffineria Esso di Augusta su cui quest’anno è possibile contare e che consentirà l’acquisto dei premi per i ragazzi vincitori del concorso.

I quattro incontri si articoleranno sul tema “Era digitale: quali emergenze per il singolo, la famiglia, la società”. In particolare, oggetto di conversazione della serata è stato “Effetti positivi e negativi delle nuove tecnologie e dell’uso di Internet sulla nostra società”. A conversare davanti i soci unitrini, gli studenti e i loro docenti Giuseppe Pitari e Francesco Cannavà. “I Social sono diventati oggi un irrinunciabile luogo di esposizione per tutti – ha spiegato Pitari, ricercatore e cofondatore nel 2014 di una startup innovativa che si occupa di ricerca biomedica e della quale è amministratore unico.- dagli utenti comuni alle più grandi multinazionali del mondo, nessuno pare possa far a meno di un proprio spazio. L’avvento di queste innovative piattaforme ha drasticamente cambiato la nostra vita e il nostro modo di relazionarci con il mondo”.

Un’analisi è stata fatta sul tema da Cannavà, che ha commentato  in chiave psicologica l’argomento. “Sebbene sia innegabile che l’arrivo della tecnologia informatica e di internet hanno cambiato il mondo industrializzato, occorre capire in che modo quella che si presenta come un’opportunità di sviluppo dell’umanità stia incidendo sulla nostra vita quotidiana. – ha detto Cannavà – Vi è di certo un’accelerazione dei processi di informazione, che consentono attraverso motori di ricerca di avere immediatamente risposte praticamente a qualsiasi quesito, ma tale informazione immediata è spesso falsata e superficiale e facile da veicolare allo scopo di manipolare il pensiero comune, l’opinione pubblica, persino la personale considerazione di sé”.

Condivisa l’opinione della dirigente scolastica del Ruitz Maria Concetta Castorina, che in chiusura a accennato all’importanza della legge n. 71/2017 sul Cyberbullismo. L’appuntamento con il secondo incontro è previsto per il 22 gennaio con il tema: “Le nuove tecnologie della comunicazione digitale interpersonale hanno certamente migliorato la vita, ma a che prezzo?”.

Francesco Giordano

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

RSS
Follow by Email
YouTube