Home / Se te lo fossi perso / Politica / Fondi Pac a disposizione del distretto socio-sanitario

Fondi Pac a disposizione del distretto socio-sanitario

La discussione sui fondi Pac era stata proposta da Carmen Castelluccio lo scorso 9 luglio, tenuto conto dei ritardi nell’accreditamento dei soldi da parte dello Stato che si registrava allora. Lo scopo era di verificare la correttezza dell’iter amministrativo, sul quale c’erano richieste di integrazione documentale avanzata dal ministero competente. La proposizione oggi dell’argomento, ha spiegato ieri Castelluccio, è dovuta al fatto che ci sarebbero ritardi nell’accreditamento della parte di finanziamento da destinare l’infanzia e per capirne le ragioni.

La critica più decisa è arrivata da Castagnino che, citando documenti del ministero consultati ieri, il distretto di Siracusa risulterebbe tra quelli ai cui non sono state accreditate le somme. “Ciò è avvenuto – ha aggiunto – perché la documentazione è stata prodotta in ritardo, determinando difficoltà alle famiglie con soggetti deboli”.

Immediata la replica dell’assessore alle Politiche sociali, Liddo Schiavo, che ha respinto l’accusa di Castagnino ricordando che i fondi Pac non sono destinati al solo al comune capoluogo ma all’intero distretto socio-sanitario . Non ci sono stati ritardi, ha detto. La documentazione è stata presentata nel dicembre del 2013, ma ha riconosciuto di essere stati affiancati nell’istruttoria da un ente indicato dal ministero che non si è rivelato all’altezza del compito, considerata anche la difficoltà della procedura. Nel complesso, ha affermato, si tratta di tempi normali.

La buona notizia è che le somme sono già a disposizione del distretto. Quelle per gli anziani sono stati assegnati il 2 agosto, quelli per l’infanzia il 10 settembre. Si tratta in tutto di una somma vicina ai 3 milioni di euro suddivisa quasi egualmente. A Siracusa spettano più di 700 mila euro per gli anziani e oltre 920 mila euro per l’infanzia, somme che consentiranno di avviare nuovi forme di assistenza in aggiunta a quelle esistenti.  Tra le altre cose, con questi fondi sarà realizzato un nuovo asilo nido. Nel dibatto, Simona Princiotta ha evidenziato che la procedura dei Pac ha comportato il riconoscimento di 3.000 ore di straordinario al personale comunale interessato; Castelluccio si è detta soddisfatta e ha sottolineato la “modalità positiva e civile di interlocuzione tra Consiglio e Giunta”; Fortunato Minimo e Francesco Pappalardo hanno espresso un plauso all’assessore per la vicenda e per i risultati complessivi ottenuti nella gestione della rubrica.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*