Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Gennuso: “Se il sindaco di Floridia è stressato, si dimetta”SiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Politica / Gennuso: “Se il sindaco di Floridia è stressato, si dimetta”

Gennuso: “Se il sindaco di Floridia è stressato, si dimetta”

“Se il sindaco di Floridia è troppo stressato per l’attività che svolge, gli consiglio di rassegnare le dimissioni”. Ad affermarlo è il deputato regionale all’Ars Pippo Gennuso. “Un sindaco che non si presenta mai in consiglio comunale per sottrarsi al dibattito democratico, non è in grado di governare. La barriera protettiva che il Pd gli ha eretto, non serve a risolvere i problemi della gente. Scalorino – prosegue Gennuso – non può pensare di essere il podestà E di prendere decisioni in piena solitudine, affiancato da una giunta che non ha voce in capitolo, anzi un esecutivo  “ombra”.

Il deputato regionale aggiunge. ” Ho sentito un’intervista che Scalorino  ha rilasciato a una tv privata. Dice che non ne può più di ricevere gente , perchè lo stressano e accusa la mancanza di interlocuzione con i deputati. Ma se il suo parlamentare del Pd lo ha mollato, è la dimostrazione del fallimento dei Democratici non solo a Floridia, ma in tutta la provincia di Siracusa ed anche a Palermo, dove il Partito democratico è la stampella di un governo che ha già distrutto la Sicilia. Scalorino  – concludeGennuso –  senza il confronto con i consiglieri comunali, che poi sono i rappresentanti dei cittadini, non può pensare di governare senza l’opposizione, che spesso è costruttiva.  Di fronte a questa inadeguatezza e l’incompatibilità con il Consiglio, che giustamente  lo incalza, l’unico modo per ridare democrazia a Floridia sono le sue dimissioni”.

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*