Home / Se te lo fossi perso / Politica / Noto, a gennaio iniziano i lavori per la redazione del nuovo prg

Noto, a gennaio iniziano i lavori per la redazione del nuovo prg

Due ore di lavoro per il Civico Consesso di Noto sono servite per approvare l’ordine del giorno composto da ben sette punti, tutti discussi ed approvati. E’ sul primo, quello riservato alla lettura ed approvazione delle precedenti sedute, che si innesca la discussione più articolata e ancora alle questioni legate all’approvazione del bilancio, alla presunta illegittimità della seduta, ampiamente sviscerate ed alle dichiarazioni registrate da una parte e dall’altra.

A prendere la parola l’unico presente della coalizione Bene Comune, Pietro Rosa (assenti Ferrero e Pintaldi per motivi di lavoro, n.d.r.) a cui ha risposto direttamente il Primo Cittadino, Corrado Bonfanti. Si è poi passati alla discussione sul punto 2, il riconoscimento di un debito fuori bilancio in seguito al decreto ingiuntivo del Tribunale di Siracusa, nr.153/2012 e prima della votazione il Consigliere Cultrera ha dichiarato di non poter partecipare al voto, ed è uscito dall’aula: 12 si, Rosa astenuto, punto approvato.

Numero 3: modifica art. 12 regolamento per la gestione del servizio di assistenza educativa scolastica per l’autonomia e la comunicazione dell’alunno disabile, delibera del Consiglio Comunale nr.39 del 27 settembre 2016. Come si ricorderà fu proposto un emendamento relativo, nel particolare, alle figure professionali che possono accreditarsi e dunque far parte di quell’albo a cui l’utente può attingere e nel quale non sono stati inseriti i laureati in Scienze dell’Educazione e della Formazione, e in Scienze della Comunicazione. Duplice l’aspetto evidenziato, dunque, dal consigliere Rosa nella seduta di settembre e che ricevette le risposte dal Dirigente, e del Sindaco che, accettando la proposta rispetto all’inserimento delle altre due tipologie di laureati, ripresentava il regolamento con un emendamento. Tale modifica è stata dunque votata all’unanimità dei presenti ieri sera. Si passava così al quarto punto: “Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari per il triennio 2017/2019” che, dopo l’intervento del Sindaco, veniva approvato con 13 si, ad esprimersi con il no il Consigliere Pietro Rosa. Punto 5: Studio di dettaglio finalizzato al recupero del patrimonio edilizio del centro storico di Noto e tutti, su cui interviene per i dettagli il Sindaco: “E’ stato fatto un lavoro molto accurato e di grande qualità, prova ne è che sono state ricevute solo tre osservazioni, due di strutture private ed una generica. Grazie a questa classificazione, con tipologie dalla A alle I, per ogni singolo immobile sono spiegati ed illustrati i tipi di autorizzazioni necessari per gli interventi, e la tipologia di quest’ultimi. Uno studio capillare che aiuta e snellisce l’apparato burocratico”.

Nell’occasione il Primo Cittadino ha ricordato che proprio a gennaio ripartiranno i lavori per passare dal Piano di massima al Piano Regolatore Generale definitivo. Il punto è stato approvato con 13 si, astenuto Pietro Rosa. Al punto 6, poi, la modifica della composizione delle Commissioni Consiliari permanenti che dopo il voto vedono la conferma di Rosa nella prima, di Pintaldi nella seconda e il nuovo ingresso di Ferrero nella terza, grazie anche alla disponibilità a cambiare del collega Giovanni Campisi. La modifica era stata chiesta dai consiglieri della coalizione Bene Comune per avere, essendo in tre, una rappresentanza in ciascuna Commissione e che riceveva l’accoglimento dei colleghi in primis, (in aula ieri sera si sono registrati gli interventi a tal proposito dei consiglieri Cultrera “Io sono il padre putativo di questa modifica”, e di Schemmari “Tutto parte dal Sindaco e dalla volontà di venire incontro alle richieste”, n.d.r.). Approvazione all’unanimità, per passare al settimo ed ultimo punto: “Convalida atto di Giunta Municipale n.185 dell’11 ottobre 2016 in materia di tariffazione Tari 2016. Tariffe Tari 2017”. Nel merito è entrato direttamente il Sindaco per ricordare le cose fondamentali relative al Servizio, innanzitutto il passaggio alla nuova ditta ed all’ultimo invio della Tari in modello pre compilato ed in quello non compilato per coloro i quali a dicembre abbiano già pagato. Nel 2017 invece sono già state stabilite modalità e quote: quattro rate da pagare entro l’ultimo giorno dei seguenti mesi: marzo, maggio, settembre e novembre. Si è registrato anche in questo punto l’intervento del consigliere Rosa che ha chiesto se esistono delle redistribuzioni più eque per alcune categorie; ottenendo come risposta l’apertura del Sindaco ad una eventuale proposta. 12 si, il no di Rosa e punto approvato. Seduta conclusa con gli auguri di un Felice anno nuovo.

Emanuela Volcan

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*