Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Noto, l’iniziativa “Spiagge sicure” spegne la quinta candelinaSiracusaLive | SRlive.it
Home / Se te lo fossi perso / Attualità / Noto, l’iniziativa “Spiagge sicure” spegne la quinta candelina

Noto, l’iniziativa “Spiagge sicure” spegne la quinta candelina

 

Voluto dall’Amministrazione Bonfanti, primo mandato, il servizio
“Spiagge sicure” spegne nell’estate 2016 la propria quinta candelina
grazie al grande impegno e professionalità dimostrati in questo lustro dall’AVCN (Associazione Volontari Città di Noto). Coordinati da Saverio Torino e con la gestione bagnini di Mimmo Malandrino, i dieci qualificati volontari svolgono la loro attività di sorveglianza e primo soccorso al Lido di Noto tutti i giorni, dal 1 luglio a 15 settembre, dalle ore 9 alle ore 19, alternandosi in due turni e in due postazioni: scogli
bianchi e seconda scaletta. Bagnini, come detto, con regolare brevetto
che diventano dei veri e propri angeli custodi per i tanti bagnanti, tra
residenti e turisti, che ogni giorno affollano le spiagge netine. “Il
progetto affidato alla nostra Associazione da cinque anni – ci dice
l’Istruttore Mimmo Malandrino- ha acquisito una vera e propria forma,
ben definita. Il servizio si avvale di regolare strumentazione per
espletare questo tipo di attività, ma sono soprattutto i nostri bagnini,
brevettati e ben motivati, la forza di questa presenza”. Negli
anni il desiderio è stato quello di farsi trovare sempre pronti alle varie
emergenze che possono capitare, e diventare  punto di riferimento per la
sicurezza in spiaggia di tutti, e soprattutto capire dove e come

intervenire. Così una delle richieste che arrivavano dall’utenza era
quella di poter permettere un bagno, nelle splendide acque del litorale
netino anche alle persone con difficoltà motorie. “E’ con particolare
soddisfazione che ricordiamo come, sempre da 5 anni, vi è l’assistenza
,presso la seconda scaletta, delle persone con disabilita grazie alla job
chair, sedia nata proprio per lo spostamento in spiaggia e l’entrata in acqua a quanti presentano problemi di deambulazione. Quest’anno, inoltre, il
comune oltre la passerella che arriva quasi sulla riva, ha creato un
area delimitata da ombrelloni, dove i disabili arrivano con la propria
sedia e vengono assistiti dai bagnini. Sono anche stati aumentati i
posti macchina per disabili, dato che già dai primi di luglio tanti
usufruiscono della possibilità dell’assistenza”. E’ davvero un passo in avanti sostanziale verso quella parità cercata e desiderata ma mai
veramente realizzata. E non ci sono parole davanti alla gratitudine che
le persone esprimono ai loro “angeli da spiaggia” che riescono a
realizzare un desiderio in fondo tanto semplice quanto fortemente cercato. E non
sono parole, ma fatti reali a cui abbiamo assistito personalmente, e

ribadiamo la felicità che si scorge nei volti di queste persone non ha
assolutamente prezzo e sulla spiaggia di Noto accade davvero tutti i giorni. Tornando all’attività di assistenza e salvataggio dopo venti
giorni di presenza sono tanti gli interventi effettuati da parte dei
bagnini, da tagli, a punture d’insetto, ai malori dovuti a colpi di
calore, oltre al rigido controllo del mare per evitare le scorribande da
parte di moto d’acqua e barche che non rispettano la distanza dalla riva
e quindi minano la sicurezza dei bagnanti. “E per questo aspetto della
nostra presenza sulle spiagge – ci dice Saverio Torino, coordinatore del
Progetto “Spiagge sicure”- importante è il rapporto instaurato con la capitaneria di porto di Avola/Noto e con le autorità competenti. Una corretta azione di prevenzione sarebbe vana senza sinergia di quanti sono chiamati a tutelare la sicurezza e la corretta fruizione di spiagge e mare”. Pronti gli angeli della spiaggia per una nuova estate, con loro
nei paraggi sicuramente più tranquilla e serena.

Emanuela Volcan

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*