Warning: Declaration of tie_mega_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args, $id = 0) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $data_object, $depth = 0, $args = NULL, $current_object_id = 0) in /web/htdocs/www.srlive.it/home/wp-content/themes/jarida/functions/theme-functions.php on line 1904
Serie D, il Noto vince e si avvicina alla salvezzaSiracusaLive | SRlive.it
Home / Primo Piano / Serie D, il Noto vince e si avvicina alla salvezza

Serie D, il Noto vince e si avvicina alla salvezza

NOTO                    2
MARCIANISE       0
26′ Cucinotta, 28′ s.t. Butera
NOTO: Ferla, Marino, Peluso, Primo, Cucinotta, Petrassi, Ficarotta ( dal 35′ Butera), Caci (dal 44′ s.t. Leone), Bostal (dal 22′ s.t. Intelisano), Cocuzza, Saluto. All. Romano
In panchina: Paladino, Cassandro, Leone, Kabangu, Ricci, Lentini.
MARCIANISE: Barone, Ciano, Ciocia (dal s.t. Piscitelli), Colella, Lagnena, Rossetti ( dal 39′ s.t. Picozzi), Tenneriello, Temponi, El Ouazni (dal 23′ s.t.. Malassomma), D’Anna, D’Ursi. All.Caccavo
In panchina: Vigliotti, Piccirillo, Cerqua, Conte, Sparaco.
Arbitro: Lorenzin di Catelfranco Veneto, assistente nr.1 Cortese, assistente nr.2 Bruno, entrambi di Palermo
Note: ammonito al 12′ Saluto, al 37′ s.t. Primo, al 40′ s.t. Cocuzza (Noto), al 29′ Ciocia, al 46′ s.t. Lagnena (Marcianise)
Non ritmi alti, non solita partenza per il Noto che anzi nei primi minuti subisce un
pò la pressione degli ospiti campani. Team ospite che va al tiro, senza, però, impensierire più di tanto la retroguardia di casa, mentre i granata vanno alla conclusione solo all’8′ con Cocuzza, palla a lato di pochissimo. Al 20′ calcio di punizione di Ficarotta che, nonostante la distanza, timbra in pieno la traversa, graziando di fatto il portiere Barone che, per una misera questione di centimetri, sarebbe stato sicuramente battuto. Ma al 26′ la testolina d’oro di Cucinotta sbuca tra un nugolo di avversari in piena area, sul calcio di punizione battuto dalla destra, e la manda in fondo al sacco. Noto 1 Marcianise 0. I campani reagiscono e Ferla letteralmente salva la propria porta su conclusione ravvicinata di Tenneriello, poco prima della mezz’ora quando segnaliamo anche  il brutto fallo su Ficarotta di Ciocia, solo ammonito, che costringe mister Romano a far entrare Butera e tirar fuori dalla mischia il numero sette. Il Noto prova a chiudere la partita, Barone è attento su Bostal, il Marcianise non arretra di un centimetro e resta alla ricerca del pari, tenendo sempre sul “chi va là” i granata. Ne vien fuori una seconda parte di primo tempo vivace, sebbene costellata da qualche errore da una parte all’altra. Poi prima di battere il secondo corner di fila per il Noto l’arbitro, che aveva dato due minuti di recupero, fischia la fine. Tutti negli spogliatoi. Al rientro mister Caccavo si presenta con un primo cambio nel suo undici, fuori Ciocia, unico ammonito, per far giocare Piscitelli. L’andamento della partita non si discosta dal primo tempo da segnalare al 10′ minuto la bella azione d’attacco che porta al tiro ancora Cocuzza, sul quale risponde sempre presente il portiere Barone. Poco prima del quarto d’ora punizione in area campana ma nulla di fatto e quindi gli ospiti riprendono la disperata caccia al pari, e dalla panchina del Noto si alzano tutti per il riscaldamento. Ancora capitan Cocuzza cerca la via della rete dopo una sgroppata sulla sinistra si accentra e prova il pallonetto a giro che finisce di poco al lato, minuto 18′. Sul capovolgimento di fronte è El Ouazni che si accorge di Ferla poco fuori dai pali e tira da lontano, la mira non è il suo forte e l’azione sfuma. Così poco prima della mezz’ora ottima azione del solito capitano che sfonda centralmente le maglie gialloverdi e innesca Caci sulla sinistra che con un delizioso pallonetto scavalca il suo diretto marcatore per servire in piena area Butera che sfrutta, senza deludere, la più ghiotta delle occasioni ed è il gol del raddoppio granata. Nonostante il doppio svantaggio Marcianise mai domo e su calcio di punizione quasi al limite d’area è Ferla a salvare la propria porta. Tre minuti di recupero ma risultato in cassaforte che è un nuovo ed importante passo verso la salvezza.
Emanuela Volcan

 

Informazioni su Redazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*